VAI ALLA LISTA DELLE GIORNATE DI SCAVO

CAMPAGNA 2015

1° SETTIMANA

2° SETTIMANA

3° SETTIMANA

4° SETTIMANA

5° SETTIMANA

6° SETTIMANA

VAI ALLE CAMPAGNE

GUARDA L'ULTIMO REPORT VIDEO

02 LUGLIO 2015  

Resoconto della giornata di scavo

Area 2000

Durante la pulizia del settore meridionale dell’allargamento ovest è stato riconosciuto un taglio sepolcrale orientato Nord Sud, per la deposizione di uno scheletro (Usk 2575) di cui rimangono visibili solo il calcagno e alcuni metatarsi malamente preservati; questa sepoltura è stata intercettata sia a Nord che a Sud da altri due tagli documentati lo scorso anno. Più a Nord rispetto alla sepoltura US -2533, di cui è stata terminata la documentazione ieri, è stato individuato un ossario (US -2571) disturbato ad Ovest dal taglio sepolcrale US -2576 il quale risulta di forma sub ellissoidale abbastanza regolare, collocato al centro dell’allargamento. All’interno è iniziata la messa in luce di USk 2577 il quale, dalle prime osservazioni effettuate, sembrerebbe essere stato deposto in una cassa lignea, non conservatasi, di cui rimangono visibili i chiodi allineati lungo il limite più orientale; l’individuo si è conservato ottimamente e presenta una riduzione non strutturata sul lato corto accanto ai piedi. La giornata, inoltre, ha visto impegnata una parte del gruppo nella pulizia del settore B e di parte del Settore B dell’Area 1000, subito adiacente; l’intento è quello di raggiungere, su tutta l’estensione, il livello sottostante dove si presume possano trovarsi i tagli delle sepolture di epoca medievale. 

 

The first thing done today upon arrival at the site was documentation for the fill and cut that are associated with skeletons 2569, 2570, and 2538. Two possible grave cuts were explored with no bones underneath. The other revealed a poorly preserved compilation of bones, probably making up a foot, near the southern portion of the western expansion. The majority of the day was spent removing the top layer of soil in section B in order to level the area and hopefully expose additional grave cuts. Two possible ones were found.

Area 3000

Nella porzione sud-occidentale del Settore B è stata completata la messa in luce dell’inumato USK 3549, orientato W-E e deposto in decubito dorsale all’interno della fossa sepolcrale US – 3547. L’individuo, probabilmente una donna adulta con un’età compresa fra i 30 ed i 40 anni, risulta privo del cranio, intercettato ed asportato da una canaletta per il drenaggio dell’acqua di epoca moderna, orientata N-S. Gli arti superiori sono entrambi leggermente flessi sul pube, con le mani sovrapposte; quelli inferiori sono distesi, con il sinistro leggermente ruotato verso destra; le ginocchia e le caviglie sono chiuse e strette ed i piedi sovrapposti. Si nota una generale compressione laterale del corpo, causata probabilmente dalla presenza originaria di un sudario, ormai decomposto; tale costrizione è visibile soprattutto al livello delle spalle, dei gomiti, delle ginocchia e dei piedi del defunto. Più ad est è iniziata la rimozione dei riempimenti UUSS 3538 e 3540, rispettivamente all’interno di UUSS – 3537 e – 3539, entrambi orientati W-E ed intercettati dalla fossa sepolcrale US – 3535, precedentemente scavata.

Today in area 3000/B, we finished the cleaning of skeleton 3549 and began the removal of it. We also finished the removal of skeleton 3544 and determined the cut of the burial. On the southern side we began to look for and clean new possible burials. On the northern side of the trench, identified a new possible ground for a burial and also a circular oven space.

 

 

Area 4000

Oggi si è iniziato ad indagare il fondo del pozzo tentando di realizzare, vista la considerevole quantità di rifiuti di età moderna, una pulizia generale. Gli strati indagati sono a matrice limacciosa e, nonostante l’acqua sia pompata fuori con regolarità, non è possibile mantenere la struttura completamente asciutta poiché la falda è estremamente attiva. I rifiuti sono costituiti, per la maggior parte, da indumenti, bottiglie di vetro e lattine. Le date di scadenza rinvenute sui contenitori per alimenti sembrerebbero far risalire l’ultimo utilizzo del pozzo, come discarica, alla metà degli anni novanta del secolo scorso.

È stato possibile evidenziare l’US 4501 in corrispondenza del ritrovamento di ossa di volatili, di felino e di resti di pasto, lo strato è formato da residui di laterizi e rifiuti.

 

Nella pulizia generale è stato rinvenuto un frammento di base cementizia relativo ad una lapide del cimitero locale.

Area 5000

Dopo aver completamente rimosso US 5172, è stata effettuata una pulizia generale della porzione di area interessata, la quale ha messo in evidenza che la suddetta US era in realtà la crosta superficiale di un riempimento molto esteso anche in profondità. Sono stati rinvenuti al suo interno, numerosi frammenti ceramici di grandi dimensioni riferibili a ceramiche da fuoco di XIV secolo e alcuni frammenti di testi. Il riempimento ha restituito inoltre numerosi frammenti di vetro, tra cui il fondo di una bottiglia e di un bicchiere. Nei prossimi giorni ci concentreremo sugli strati intercettati dalla buca, il cui riempimento ha restituito tutti questi materiali, così da fornire un contesto più complesso a questa ultima evidenza stratigrafica.

We began the day by cleaning the mortar pit and a small rectangle of the western strip of area 5000.  Near the mortar pit, the perimeters of a black spot were discovered.  This area was excavated and photographed in an effort to determine its depth and diameter. A number of points were taken for GIS, this included a coin, nail, and small thin metal object all found within a few inches of each other; as well as the strip within the mortar pit. The western side of the area was brought down a level, which after cleaning revealed a few spots of interest. In the centre of these was a medium sized area of colourful, clay fill, as well as a second area of lighter, harder fill to the south. Today, we began to excavate the central hole (US 5183), as it was latest.  Due to a rich fill, we estimate it to be of the 14th century.  Some of the finds produced included, animal bones and tooth, pottery, and various colors of glass including the bottom of a glass bottle.  A third area of fill is suspected to the north, but, due to its stratigraphic location, will be excavated at a later date.

Area 6000

On July 2nd, members of area 6000 split up into groups to perform separate excavations on areas 6013 and 6021/6024. For area 6013, we excavated the fill to determine, and define, the cut. We also exposed any bone that was found. Interestingly, from the bones that were found in area 6013, we belive that there were possibly two burials. The bones were separated by a dark, stone slab lain(d) between them. We think this may be the case because there is a second large stone that may possibly be the headstone to the burial site. In area 6002, we exposed the cut of the burial for area 6021/6024. Next, we lightly sprayed the bone with water to allow for further excavation, and removal of the fill. Finally, we removed a portion of the fill, layer-by-layer, to further uncover the bones for future removal. 

 

Diario visualizzato 445 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

VAI ALLE GALLERIE