VAI ALLA LISTA DELLE GIORNATE DI SCAVO

CAMPAGNA 2016

1° SETTIMANA

2° SETTIMANA

3° SETTIMANA

4° SETTIMANA

5° SETTIMANA

6° SETTIMANA

VAI ALLE CAMPAGNE

GUARDA L'ULTIMO REPORT VIDEO

15 LUGLIO 2016  

Resoconto della giornata di scavo

Generale

Introduction to the Field School Pozzeveri 2016

Area 2000

Terminata la messa in luce dell’infante Usk 2762: il bambino al momento della morte aveva all’incirca 3 anni, in quanto l’eruzione dei denti incisivi decidui centrali risulta non completa; gli arti superiori sono simmetrici e distesi lungo i fianchi, gli arti inferiori distesi paralleli. E’ possibile ipotizzare la presenza di una cassa per il ritrovamento di alcuni chiodi e di residui lignei, e per il fatto che molte delle connessioni sono lasse o parzialmente disconnesse per la presenza di spazio vuoto durante la decomposizione del corpo. Dal punto di vista antropologico è stato inoltre osservato come il cranio abbia dimensioni maggiori del normale e questo potrebbe essere indizio di idrocefalia cefalica, ovvero un accumulo di liquido interno, con conseguente versamento, che provoca un’ipertensione della teca cranica; nel caso di un lattante o comunque prima della saldatura fisiologica delle suture craniche, il cranio tende ad ingrossarsi provocando macrocefalia.
Terminata la messa in luce di Usk 2754, poco più a Nord, di cui è stato individuato anche il cranio collocato verso Ovest, al di sotto del pavimento della struttura laterizia USM 2106; le caratteristiche morfologiche del cranio e del bacino permettono di stabilire con certezza che si tratta di un maschio adulto di circa 35 anni. Domani sarà terminata la documentazione e la rimozione.
Continua la messa in luce dei due individui Usk 2757 (malamente conservato) e Usk 2760 (di cui si conservano solo i femori, del bacino molto frammentato, alcune coste e il piede sinistro). 

Today in Area 2000 we continued excavation and exposure of multiple graves. Lydia and Courtney further exposed skeleton 2760. Currently, this area (located in the West Extension) appears to be composed of at least four graves which cut each other (one stacked on another, one along the south edge, and one which cuts across the middle of a later grave, forming a T shape).  Jaidee and Max continued to excavate a possible grave at the northeast sector of sector A.  After continuing to excavate, a full skeleton has started to be exposed. Shelby continued to excavate grave 2762 which contained a juvenile skeleton. This grave is located in sector A of area 2000. This find is a first for 2000 since juveniles have not been found until now. The skeleton was in good condition and did not contain any grave goods. It has been estimated that this skeleton is between three and four years of age. We were able to take pictures and points of the grave and it will be taken out on Monday. Kit and Mark continued working on exposing skeleton 2754. After clearing out part of the wall above to expose the cranium, they continued to expose the feet and ribs, as well as the majority of the cranium and mandible. At the very end of the day they were able to take pictures of the body and GIS points. No grave goods were found, but one nail and some wood were found in the fill. The skeleton will be removed on Monday.

 

Area 3000

Nel corso di giovedì e venerdì si è proceduto con il completamento della messa in luce dell’individuo USK 3730, orientato W-E e deposto in decubito dorsale all’interno della fossa sepolcrale US – 3724, nella porzione centro-meridionale del Settore B. L’inumato, probabilmente un giovane maschio adulto con un’età compresa fra i 20 ed i 25 anni, si presenta complessivamente in buono stato di conservazione, eccetto per il cranio che ha subito uno schiacciamento verso il basso  e quindi risulta piuttosto frammentato. L’arto superiore destro è leggermente flesso sul pube, mentre quello sinistro è disteso lungo il corpo; gli arti inferiori sono simmetrici e distesi, con i piedi vicini fra loro. La decomposizione del corpo è avvenuta perlopiù in spazio vuoto: il torace è aperto a ventaglio, le coste sono sparse, così come gran parte delle vertebre, le articolazioni sono lasse, il bacino appiattito, le mani ed i piedi disarticolati ed i femori sono ruotati. Si evidenzia inoltre uno schiacciamento generale del corpo verso il basso, forse dovuto alla presenza originaria di una copertura lignea posta al di sopra del corpo del defunto. Più che ad una cassa, si può pensare alla presenza originaria di una copertura lignea che probabilmente era stata collocata al di sopra del defunto, ricreando così attorno al corpo uno spazio vuoto ricolmatosi in seguito alla decomposizione della copertura stessa. Più ad Ovest continua la messa in luce dell’individuo USK 3740, orientato W-E e deposto supino all’interno di US – 3726, a ridosso della facciata USM 3380. Nell’angolo sud-occidentale è iniziata la rimozione dell’ultimo dei tre inumati sepolti fra il perimetrale meridionale USM 5003 e la facciata USM 3380. USK 3731 è una giovane donna sui 20 anni orientata W-E  e deposta supina all’interno della fossa sepolcrale US – 3702, la quale ha intercettato le due sepolture di individui subadulti USK 3708 e USK 3704. I tre scheletri in questione risultano tutti essere  anteriori al XII secolo, in quanto parte del loro corpo è stata intercettata ed asportata sia dal taglio di fondazione del perimetrale meridionale (vedi in particolare USK 3708), sia dalla facciata USM 3380 (vedi USK 3731).

USK 3740 was exposed by student and follow through was continued by another member of the crew.  US 3722 has many scattered dissociated remains.  Work will continue next week for the completion of project, coordinates, photographs, and context sheets.

Group 1:  We began to remove our burials!  Today we took out the majority of USK 3731.  A few elements remain to be excavated next week.  We look forward to removing the rest of our individuals.

Area 6000

Today, we worked on exposing the burials and lithic tomb. We were split into separate groups and each covered our own section. The first group was assigned to burial 6119, was initially thought to be a sub-adult, but was discovered to be a reduction. It contains a pelvis, a cranium, and long bones. Burial 6122 contained the remains of one individual. We removed the dense soil and pebbles that covered the thorax, ultimately discovering that the bones were very degraded and fragile. Next week will be focused on uncovering the legs and feet. We will continue to take out context 6111 in order to expose 6112 in the south-east corner of Sector B. More bones continue to exposed, and multiple elements have been uncovered in the space.

Diario visualizzato 222 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

VAI ALLE GALLERIE