VAI ALLA LISTA DELLE GIORNATE DI SCAVO

CAMPAGNA 2011

1° SETTIMANA

2° SETTIMANA

3° SETTIMANA

4° SETTIMANA

5° SETTIMANA

6° SETTIMANA

VAI ALLE CAMPAGNE

GUARDA L'ULTIMO REPORT VIDEO

29 LUGLIO 2011  

Resoconto della giornata di scavo

Area 1000

Nella giornata odierna abbiamo completato la rimozione delle US 1015 e 1016 ed abbiamo ripulito il livello sottostante (US 1017), rivelando le fondamenta di un muro nella porzione settentrionale dell'area. Nonostante il maltempo abbia ritardato le operazioni di scavo, nel pomeriggio e' stato possibile definire i confini delle varie unita' stratigrafiche e procedere alla pulizia e documentazione fotografica dell'intera area.

We began the day by removing the rest of the US 1015 and 1016, and the cleaning of the layer below (US 1017) revealed the remnants of a wall in the north portion of the area. Our work was delayed by the rain, but in the afternoon we were able to define the boundaries of the wall and to clean and document photographically the entire area.

Area 2000

Rimossi in mattinata due degli inumati in connessione messi in evidenza ieri:

-          l’ Us 2083, collocata nella porzione sud-occidentale, presenta conservati in cattivo stato il torace, i coxali, e l’arto inferiore destro; completamente assenti la porzione sinistra del post-craniale a causa del successivo taglio sepolcrale US -2049;

-          l’individuo Us 2051 invece conserva in connessione il bacino, alcune vertebre e le falangi delle mani.

Individuati inoltre altri due scheletri ben conservati (Us 2076 e Us 2085) sepolti con orientamento W-E nella porzione centro-occidentale dell’area; questi individui, che verranno indagati nel corso della prossima settimana, poggiano su quote lievemente inferiori rispetto alla paleosuperficie che caratterizza l’orizzonte cimiteriale sinora indagato, il che suggerisce una cronologia lievemente anteriore (XVIII Secolo).

Volendo trarre le conclusioni delle prime esplorazioni stratigrafiche relative al cimitero ottocentesco di Badia Pozzeveri, si nota una sostanziale continuità d’uso dello spazio sepolcrale, in linea con quanto già osservato in altri contesti coevi (BenabbioPieve dei Monti di Villa). A tal proposito vale la pena analizzare l’elenco delle vittime del colera del 1855 (approfondisci) inumate nel cimitero della Badia (vedi tabella); nonostante sia difficile – se non impossibile – riconoscere in situ le sepolture afferenti alla fase di questa epidemia, che per la maggior parte saranno state asportate dallo sbancamento che investì il sagrato qualche anno più tardi, sarà interessante, una volta completata la rimozione, tentare dei paragoni incrociati con altri campioni omologhi, per comprendere le affinità tafonomiche, patologiche ed ergonomiche degli scheletri.

 

Nome

Età

Stato civile

Professione

Denunzia

Data di morte

Martinelli Maria

60

coniugata

colona

12-lug

morta 14 luglio

Malanca Rosa

68

vedova

colona

12-lug

morta 13 luglio

Martinelli Luigi

68

coniugato

colono

12-lug

morto 13 luglio

Tocchini Domenico

65

coniugato

bracciante

13-lug

morto17 luglio

Pittoresi Lorenzo

50

coniugato

colono

14-lug

morto 15 luglio

Petri Domenico

70

vedovo

colono

14-lug

morto 16 luglio

Martinelli Lucrezia

26

coniugata

bracciante

15-lug

morta 17 luglio

Sciacqua Maria

60

coniugata

bracciante

15-lug

morta 17 luglio

Pellegrini M.Antonia

21

coniugata

bracciante

15-lug

morta 18 luglio

Pellegrini Pasquale

48

coniugato

bracciante

15-lug

morto 20 luglio

Malanca Maria

30

coniugata

colona

16-lug

morta 16 luglio

Sciacqua Clementina

30

coniugata

bracciante

16-lug

morta 21 luglio

Tocchini Clementina

30

coniugata

bracciante

16-lug

morta 21 luglio

Pellegrini Angiolo

20

scapolo

bracciante

16-lug

morto 20 luglio

Del Corto Salvatore

25

scapolo

questuante

16-lug

morto 25 luglio

Tocchini M. Teresa

65

coniugata

bracciante

17-lug

morta 18 luglio

Bianchi Angelica

35

coniugata

bracciante

18-lug

morta 19 luglio

Del Quirico Elisabetta

65

coniugata

bracciante

18-lug

morta 21 luglio

Pasquini Pietro

35

coniugato

bracciante

18-lug

morto 18 luglio

Sciacqua Clementina

60

vedova

bracciante

19-lug

morta 20 luglio

Pellegrini Serafina

50

coniugata

bracciante

19-lug

morta 22 luglio

Di Marco Antonia

56

vedova

bracciante

20-lug

morta 20 luglio

Picchi M. Caterina

40

coniugata

bracciante

20-lug

morta 20 luglio

Iugli Giovanni

6

fanciullo

bracciante

20-lug

morto 20 luglio

Dal Cerro Domenico

50

coniugato

bracciante

20-lug

morto 20 luglio

Sarti Sebastiano

54

coniugato

negoziante

20-lug

morto 20 luglio

Tori Valentino

70

bracciante

21-lug

morto 21 luglio

Sarti Giovanni

14

colono

21-lug

morto 29 luglio

Pellegrini Attilia

17

coniugata

colona

22-lug

morta 23 luglio

Innocenti Amalia

10

fanciulla

bracciante

22-lug

morta 26 luglio

Sciacqua M. Domenica

37

coniugata

bracciante

22-lug

morta 29 luglio

Pittoresi Cherubina

28

coniugata

colona

22-lug

morta 29 luglio

Pisani Elisabetta

35

bracciante

22-lug

morta 29 luglio

De Quirico Domenico

46

bracciante

22-lug

morto 23 luglio

Pellegrini Gaetano

30

questuante

22-lug

morto 23 luglio

Pollesi Giuseppe

54

bracciante

22-lug

morto 26 luglio

Centoni Pietro

12

fanciullo

bracciante

22-lug

morto 26 luglio

Pittoresi Giuseppe

30

coniugato

colono

22-lug

morto 29 luglio

Sarti Giovanni

12

questuante

22-lug

morto 29 luglio

Tori Giuseppe

60

scapolo

accattone

24-lug

morto 26 luglio

Vedovini Primo

45

accattone

24-lug

morto 29 luglio

Centoni Martina

49

coniugata

bracciante

25-lug

morta 29 luglio

Dal Cerro Francesco

42

accattone

25-lug

morto 25 luglio

Tori Michele

25

scapolo

accattone

25-lug

morto 29 luglio

Di Giusto Barbera

24

nubile

accattone

25-lug

morto 5 agosto

Del Poggetto Olivo

56

coniugato

bracciante

02-ago

morto 12 agosto

Sciacqua Pietro

60

vedovo

bracciante

08-ago

morto 16 agosto

Pittoresi Lorenzo

56

coniugato

bracciante

08-ago

morto 16 agosto

Scatena Angela

60

bracciante

19-ago

morta 19 agosto

Pittoresi Domenico

40

coniugato

colono

23-ago

morto 5 settembre

 

Everyone is working on excavating their own area in level US 2009; two skeletons are being removed, for others are being revealed. Some of the bones have good preservation, but the interfering burials have poor preservation and are making us all go very slowly. In the afternoon the rain has stopped our work.

Area 3000

Nella giornata di oggi si è continuata la rimozione dello strato US 3002, caratterizzato da ghiaia, frammenti di laterizi e chiazze di malta in disfacimento. Sono stati rinvenuti alcune appliques e piccoli anelli circolari in bronzo, probabilmente elementi decorativi di un abito e due croci dello stesso materiale, forse appartenenti ad una corona di rosario. Interessante è stato il ritrovamento di un vago in osso, lavorato con un motivo a rosetta ed alcune spille ben conservate che potrebbero appartenere ad un rosario.
La quasi totale rimozione dello strato ha permesso di evidenziare il livello sottostante, di colore rossastro, che ad una prima analisi sembra estendersi uniformemente nel settore sud dell’area, fino al pilastro angolare della facciata (US 3016), per poi cambiare leggermente di consistenza e di colore verso il settore nord dell’area. In particolare a nord-est si concentrano delle sottili lenti di malta che dal muro del corpo di fabbrica A si estendono in direzione della buca US -3012 e continuano verso nord; ad ovest lo strato appare di colore bruno giallastro, con una maggiore concentrazione di scisto. In questa zona sono state messe in evidenza alcune ossa umane, perlopiù parti di cranio ed ossa lunghe, che ad una prima analisi appaiono pressate, la cui connessione anatomica è ancora da verificare.

Area 4000

Nella giornata di oggi è stata continuata la rimozione di US 4041, lo strato di riempimento del taglio US -4040, unità con orientamento NE-SO e percorrente l’area in senso diagonale. Alla fine dei lavori, la rimozione del suddetto riempimento ha permesso di mettere in luce US 4043, un tubo in cemento posto a circa -0,65 m.s.l. ed i cui moduli misurano 0,80 mt ciascuno. Tale manufatto è stato identificato come relativo allo scarico di acque grigie e\o nere dalla ex-canonica (immediatamente a nord dell’area di scavo) in direzione dei campi agricoli circostanti. Contemporaneamente sono state rimosse US 4033 ed US 4034, rivelando, al di sotto, la continuità di US 4020 (identificato come battuto stradale di età moderna) nell’intero settore orientale dell’area. Nei giorni successivi si dovrebbe essere in grado di documentare e rimuovere US 4016 ed US 4022, i restanti lacerti di piani stradali lasciati in evidenza dal precedente gruppo di lavoro.

Diario visualizzato 1776 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

VAI ALLE GALLERIE