HOME LIVE ATTIVITÀ SUL CAMPO LABORATORIO CONTATTI

Cerca tra le giornate di scavo
 
storia del sito progetto di scavo master fieldschool WEBGIS
GIORNATE  
:: CAMPAGNA 2011 ::
 
IMMAGINI
I SETTIMANA
23 GIUGNO 2014
24 GIUGNO 2014
25 GIUGNO 2014
26 GIUGNO 2014
27 GIUGNO 2014
II SETTIMANA
III SETTIMANA
IV SETTIMANA
V SETTIMANA
VI SETTIMANA
VII SETTIMANA
VIII SETTIMANA
PRECEDENTI CAMPAGNE
Giornata precedente: 01 AGOSTO 2011
Giornata successiva: 03 AGOSTO 2011

02 AGOSTO 2011
Resoconto della giornata di scavo

METEO

Generale

Area 2000
Oggi è stato possibile documentare e rimuovere parzialmente le Us 2092, un individuo adulto orientato Est-Ovest e collocato nell’angolo Sud-Ovest dell’area a ridosso della risega della chiesa, in buono stato di conservazione, e Us 2080, posto nella porzione Sud-Est dell’area ed orientato Nord-Sud, parzialmente conservato e stravolto a Nord dalla buca US -2025.
Continua la messa in luce degli altri due individui in connessione individuati nei giorni scorsi, Us 2075 e Us 2083

On the south end of area 2000 several femurs were revealed and tomorrow they will excavate a pelvis. On the north end one individual (Us 2080) is being removed, one will be dig out first thing tomorrow and another is still in the process of being revealed.

Area 3000
Nella giornata di oggi si è proceduto alla rimozione dello strato US  3019, un battuto di colore rosso caratterizzato da laterizi sbriciolati, che si estende dal limite meridionale dell’area fino circa al pilastro angolare della facciata della chiesa. Sono stati rinvenuti alcuni chiodi, frammenti di vetro, alcune perline colorate (forse appartenenti ad un rosario), alcuni fermagli in bronzo per gli abiti e ceramica invetriata e da cucina. La rimozione dello strato ha permesso di mettere in evidenza il livello inferiore, che ad una prima analisi sembra essere uguale all’US 3020, uno strato di colore bruno giallastro, piuttosto compatto, a matrice limo-sabbiosa, caratterizzato dalla presenza di ossa sparse. È stato inoltre rimosso lo strato di malta US 3021 che ha portato ad evidenziare, a contatto con la sottostante US 3020, un’area irregolarmente quadrangolare caratterizzata da tracce di fuoco, carbone e scorie frammentarie di metallo in lega di rame.

Today on the 02/08/11 we removed layer 3019 (a thin layer of red clay material, situated in the south of the area). 3019 contained fragments of glass, metal clasps used for buttoning clothes, buttons, rusty nails, cooking ceramics and porcelain which are all dated back to the 19th century.
After removing 3019, we started working on layer 3021 which is a triangular stain of mortar extended between the angular plaster and building A. The stain was thin and friable. We found fragments of glass, cooking ceramics, porcelain, fragments of both human and animal bone, a black bead and copper slag.
After removing 3019 and 3021 we exposed fully the layer of  3020. Our first impression is that the layer, which is under both 3019 and 3021, is contemporary with those layers and it is characterized with human bones that are fragmented and not in connection.
Tomorrow we will explore 3020 futher.

Area 4000
Il lavoro della giornata è consistito, nella mattinata, nella rimozione degli ultimi lacerti di US rimossi nei giorni precedenti ed in una pulizia generale dell’area per ottenere una documentazione fotografica generale più ampia e dettagliata. È stato inoltre messo in evidenza il taglio US -4045 ed il suo riempimento US 4044, posti sul lato occidentale dell’area e legati alla posa, in epoca moderna, di un albero. È stato illustrato agli studenti stranieri il metodo del fotoraddrizzamento mediante lo sfruttamento di fotografie aeree e di specifici software. Si è inoltre proceduto all’utilizzo didattico della stazione totale per tutti quegli studenti i quali non hanno mai avuto un approccio diretto con lo strumento. Con queste nozioni di base si è proceduto ad effettuare un rilievo digitale dell’area potendo unire tecniche topografiche, informatiche e fotografiche. Nel pomeriggio è stato completamente rimosso il suddetto riempimento US 4044 mentre una seconda squadra provvedeva alla iniziale rimozione di US 4022, il battuto stradale occupante la quasi totalità dell’area, rilevando al di sotto di esso una nuova paleo superficie (US 4030).

In the morning we cleaned the surfaces of 4022, the pipe, and the pipe’s surrounding context in preparation for photographs.  We also scraped the surface of 4044 (fill) and defined the cut (4045).  We took photographs of all the contexts exposed from work done yesterday and today.  We learned how to use the Total Station to take measurements of the perimeter and the outline of the contexts so that we will now be able to generate a digital map of our area.  Alessandro put down markers at specific points to use in rectification of the images (done later today); the markers were the points we measured with the total station.
In the afternoon, we continued to take out the fill (4044) and follow the cut (-4045).  By the end of the day we had fully exposed the cut.  We also exposed a context that is under 4028.  This context will be further examined and described tomorrow.  At the end of the day, we took the measurements generated by the total station and inputted them into the computer, where we will update the digital map of our area in GIS.


Il resoconto di questa giornata è stato letto da 589931 persone.

VAI ALLA GALLERIA
Il professor Larsen durante la sua lezione di bioarcheologia
Il professor Larsen durante la sua lezione di bioarcheologia
Area 2000:scavo degli individui UUss 2075 e 2083
Area 2000:scavo degli individui UUss 2075 e 2083
Scavo in Area 4000
Scavo in Area 4000
Area 1000: scavo del muro meridionale
Area 1000: scavo del muro meridionale
Area 1000:situazione generale
Area 1000:situazione generale
Area 2000: rimozione della Us 2090
Area 2000: rimozione della Us 2090
Area 3000: scavo degli ultimi strati.
Area 3000: scavo degli ultimi strati.

vai alle gallerie
2013 | PRECEDENTI

METEO
   

CONTATTI | INDIRIZZI | MAPPA DEL SITO | STAFF

www.paleopatologia.it
Il contenuto del sito è di proprietà del Dipartimento di Oncologia, dei Trapianti e delle Nuove Tecnologie in Medicina dell'Università di Pisa.
Per la sua riproduzione, anche parziale, si prega di contattare il webmaster.

Creative Commons License Benabbio onLine Badia Pozzeveri
Ultimo aggiornamento:26/07/14 - info@paleopatologia.it © 2009