VAI ALLA LISTA DELLE GIORNATE DI SCAVO

CAMPAGNA 2013

1° SETTIMANA

2° SETTIMANA

3° SETTIMANA

4° SETTIMANA

5° SETTIMANA

6° SETTIMANA

7° SETTIMANA

8° SETTIMANA

VAI ALLE CAMPAGNE

GUARDA L'ULTIMO REPORT VIDEO

02 LUGLIO 2013  

Resoconto della giornata di scavo

Generale

Sul Tirreno parlano di noi: http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2013/07/02/news/archeologi-pisani-e-americani-insieme-1.7356950

Area 1000

Dopo il completamento della pulitura dell'intera area 1000 e della conseguente documentazione fotografica è stato cominciato lo scavo delle trincee di età moderna US 1146, US 1125 e US 1173, situate nella porzione centrale del settore B. Il riempimento è caratterizzato da una matrice mista con alta concentrazione di materiale da costruzione come laterizi e scisti (alcuni dei quali presentano un foro circolare). Il materiale ceramico presente all'interno è relativo al XVIII secolo. La trincea US 1135, anch'essa scavata oggi, è situata leggermente ad ovest rispetto alle altre e ha un andamento orientato in senso N/W-S/E. Il suo riempimento, costituito da materiale di età contemporanea, compresa plastica e frammenti di cemento e il suo andamento, fanno pensare che l'US in questione fosse il riempimento di ua canaletta diretta al nuovo cimitero.   

 

We started our morning off by going over our site with trowels again.  This was in order to clean it up for aerial pictures.  After this was done, our excavation team went over the practical application of the Total Station with Chelsea in order to plot our site in the abbey's geometric plane.  When lunch was over, Alan gave the go-ahead to start further excavation in three of our trenches.  We paired up in pickaxe-shovel teams to accomplish this.  By the end of the day our site was looking a lot different!  Tomorrow we will continue looking at the shapes of our trenches and further investigating the rest of the hole near the trenches.  

Area 2000

Giornata impegnativa in tutta l’area. Nel Settore A è stato riconosciuto un individuo (USk 2301) in parziale connessione anatomica posto all’interno del taglio sepolcrale US -2300, subito a Sud dell’ossario indagato ieri. Il taglio dell’ossario ha intercettato l’individuo del quale rimangono visibili solo le tibie e le fibule indicando l’orientamento N/S e la decomposizione in spazio vuoto, data la totale disconnessione delle due patelle. Nel Settore B è iniziata la messa in luce dell’individuo USk 2299: si tratta di un individuo giovane di sesso maschile, decomposto in spazio vuoto e avente, anche in questo caso, una veste funeraria al momento della deposizione in quanto è stata ritrovata la traccia in negativo sulla calce. Subito a Nord di questo taglio sepolcrale, e a questo allineato, è stato individuato un secondo taglio (US -2220), già parzialmente scoperto lo scorso anno, che segue lo stesso tipo di modalità di deposizione. Dopo la rimozione del riempimento è stato infatti messo in luce un ulteriore strato di calce al di sotto del quale è presente un individuo in connessione. Una delle possibili ipotesi è che queste fosse possno far riferimento ad un unico evento epidemico, forse il colera che colpì Badia Pozzeveri durante i primi decenni dell’ottocento. Le indagini dei prossimi giorni determineranno o meno la veridicità di questa  tesi.

Area 3000

Nel Settore A è stata terminata la messa in luce dell’individuo Us 3244, orientato W-E e deposto supino all’interno del taglio US – 3242, immediatamente a nord del muro USM 3073. Dopo la pulizia, si è proceduto alla compilazione della rispettiva scheda tafonomica e alla documentazione generale dello scheletro successivamente rilevato e rimosso. Nella porzione centro-orientale sono stati individuate alcune ossa lunghe in connessione anatomica, che saranno messe in evidenza nel corso della giornata di domani. Nel Settore B è stato completato lo scavo dell’individuo Us 3248, inumato in decubito dorsale all’interno della fossa US – 3246 ed orientato N-S. Il corpo risulta privo del cranio, probabilmente asportato dalla fossa di spoliazione del muro medievale USM 3073; sono assenti entrambi gli omeri ed il resto dello scheletro al di sotto del torace, intercettato da un taglio di forma allungata orientato NW-SE, la cui estensione sarà meglio chiarita nella giornata di domani. Si nota inoltre una certa compressione delle spalle, con avvicinamento delle scapole ed una leggera verticalizzazione delle clavicole; ciò ci spinge ad ipotizzare la presenza originaria di un sudario che avvolgeva il corpo al momento della sepoltura ormai decomposto. È, inoltre iniziata la rimozione degli strati UUSS 3116, 3249 e 3250, nella porzione orientale del Settore B.

 

Sector A

Skeleton burial continued to be cleaned and pedistoled. The rib cage, cervical vertebrea, and scapula were uncovered and started to be pedistoled. Legs of the skeleton appeared to be wrapped together possible in a showed. A nail was found to the right of the distal end of the right femur. It suspected the skeleton was in a wooden coffin. The head was surrounded by stones and the skull was badly crushed. This means that it was possibly buried with a box over the head meaning no dirt could take up this space and the skull was crushed due to decomposition. The full skeleton was cleaned and photographs were taken.

The rectangular hole in sector A was lowered and cleaned for photographs. There was a thick layer of charcoal and scattered bricks. Pottery sherds were scattered throughout the hole. A large rock in the south western corner of the hole was found and thought to possibly be a wall.

 

Sector B

The group in this sector pick axed layers away looking for possible burials due to scattered bones in the area.

 

In section 3248 12 vertebra were identified and 8 ribs from rib 1, scapula were uncovered. There were no humeri. There was a transverse cut through the midsection of the skeleton. 

Area 4000

Settore A

Continua l’approfondimento nel Saggio 4800 con lo scavo di US 4892 (vedi foto), lo strato, nell’angolo nord-orientale del Settore A, di origine naturale caratterizzato dalla presenza, nella matrice, di resti ossei e ceramici.

Settore B

Dopo i lavori, tramite mezzo meccanico, dei giorni scorsi, è ripreso lo scavo di US 4107, US 4108 ed US 4109 (rappresentative della fase di risistemazione post-abbandono tardo medievale dell’area). Diversi nuovi contesti stanno affiorando nell’area; il più importante dal punto di vista dell’estensione è US 4116, uno strato a matrice argillo-limosa di colore marrone chiaro e dalla consistenza relativamente friabile. Esso sembra riscontrabile su tutta l’estensione del Settore e, da segnalare, sono degli affioramenti (al di sotto di esso) di lacerti maltosi in alcuni punti e di butti composti da laterizi e lastre di ardesia in altri; successive indagini verificheranno l’identità di queste nuove situazioni.

Settore C

Dopo l’opera del mezzo meccanico e la ripulitura sistematica del settore da parte del gruppo di scavo, l’indagine verterà ad identificare le realtà corrispondenti a quelle del Settore B e ad identificare nuove istanze stratigrafiche che ad una prima analisi sembrano affermarsi nella fascia lungo il limite settentrionale dell’area.

 

In section C, we continued to pickaxe, shovel, trowel, and clean up the area. During the cleaning process in section C, pottery, animal bone, animal teeth, glass, and a nail were found. Sections of lime were also exposed as we were troweling section C.

            In the test area of section A, pictures were taken of the human remains exposed. After the picture documentation, the fragments of bone were removed and then we continued to pickaxe and trowel deeper into the test area.

Diario visualizzato 1502 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

VAI ALLE GALLERIE