VAI ALLA LISTA DELLE GIORNATE DI SCAVO

CAMPAGNA 2013

1° SETTIMANA

2° SETTIMANA

3° SETTIMANA

4° SETTIMANA

5° SETTIMANA

6° SETTIMANA

7° SETTIMANA

8° SETTIMANA

VAI ALLE CAMPAGNE

16 LUGLIO 2013  

Resoconto della giornata di scavo

Area 1000

Continua lo scavo della trincea US 1179, che nella porzione sud ha intercettato il perimetrale est della struttura muraria addossata al transetto. Il riempimento rimosso ha restituito ceramica di XVIII secolo, in accordo con le altre trincee, dimostrando che sono state obliterate e dismesse nello stesso periodo. Nella porzione ovest dell'area di scavo è stata invece scavata una buca di forma ellittica di cui non si conosce la funzione, vista la quasi completa assenza di materiale all'interno del riempimento, tranne alcuni elementi ferrosi forse di forma sferica. Continua infine lo scavo della sepoltura medievale US 1206 nell'angolo nord-est del settore C.

We divided up into our individual stations and worked there for most of the day.  Sophie and Alan worked in the far West portion of Area 1000.  They found a cut and removed the filling.  This excavation was a bit strange, for while they found iron deposits, they did not find anything else such as excess pottery or tiles.  Megan, Diana, and Stephanie first started their work by cleaning the eastern wall.  Alan showed them where the cut in trench they had been working on was, and they spent the rest of the day excavating that.  They found some pottery sherds, but nothing earlier than the 18th century.  
Caitlin and Steve worked on the western side of Area 1000 in an attempt to reveal more contexts or cuts.  They found some pieces of pottery, and will continue searching for cuts and contexts tomorrow.  Kailey Anabel and David continued removing layers from the grave they found in their test pit.  There were possible remnants of shadows, but no additional bones.

Area 2000

Nel Settore B la rimozione del riempimento della fossa sepolcrale US -2272 ha permesso di evidenziare lo strato di calce (US 2338) che copre l’individuo sottostante USk 2339; questo è orientato S/N, si presenta deposto sul fianco destro e la conservazione delle ossa risulta ottima. Durante la messa in luce dello scheletro è stato possibile identificare l’impronta sulla calce del volume e della forma di alcune parti del corpo (come per esempio delle falangi, di parte dell’arto superiore sinistro e dell’orecchi sinistro) e, a livello del torace, si preserva in negativo l’impronta della veste funeraria con parte della trama costituita da un motivo ad esagoni. Nel Settore A è stato rimosso il riempimento della vasca laterizia USM 2100: lo strato individuato e rimosso (US 2313) ha una consistenza abbastanza compatta, è costituito da una matrice limo argillosa color bruno rossastra, ed è caratterizzato dalla presenza di elementi laterizi, grumi di calce e lastrine disposte in maniera omogenea. Al di sotto emerge lo strato limo sabbioso giallastro già individuato lo scorso anno e interpretato come fondo della vasca. Durante questa indagine è stato individuato un ulteriore taglio sepolcrale (US-2341) che intercetta parzialmente a Sud la struttura: questo ha una forma ellittica allungata, è orientato S/N ed al suo interno emergono parzialmente gli arti inferiori in connessione dell’individuo ivi deposto (USk 2342). A Sud di questo è iniziata la rimozione del riempimento della fossa sepolcrale US – 2330: all’interno emerge il cranio di USk 2340 orientato W/E.

Area 3000

Grazie all’ausilio dei mezzi meccanici è stato possibile ampliare l’area nella porzione sud-occidentale, realizzando un allargamento di 25 mq verso Ovest. Nel corso della giornata si è proceduto con una prima pulizia della nuova superficie evidenziata, mirata principalmente all’individuazione dell’andamento del perimetrale Nord del muro USM 3073 e di parte della facciata originaria dell’abbazia medievale. Durante il recupero generale sono state rinvenute numerose ossa sparse, frammenti di ceramica sette-ottocentesca, concentrata in particolare nella porzione dell’ampliamento del Settore B, un bottone di epoca moderna  e diversi oggetti metallici, fra cui, oltre a diversi chiodi, anche parte di un ferro di cavallo, frammentato. Nel Settore A si è conclusa la documentazione e la rimozione dell’individuo scheletrizzato Us 3297, orientato E-W nella porzione S-W del settore, di cui si conservano solo parte delle tibie, delle fibule ed entrambi i piedi. A N-E continua la messa in evidenza dell’inumato Us 3290, mal preservato, deposto supino all’interno della fossa sepolcrale US – 3291.

Area 3000 was expanded at the western border via back hoe. This area was initially covered with pavement/asphalt. This layer was removed by the back hoe. The stratigraphy of this region is difficult to discover at this time due to deep irregular cuts from the back hoe. The continuation of the church wall was revealed. Possible lithic coffins oriented north to south in the extended portion of section B were also revealed. Cleaning of the extension showed a layer of scattered bone and gravel above and lateral to the wall. Cleaning continued until the close of the day. In sector A skeleton 3290 was cleaned further and the burial cut expanded to it’s full extent laterally, while surrounding stratigraphy was levelled to the same height.

Area 4000

Continua l’allargamento del fronte investigativo dell’area : tramite mezzo meccanico è stato eseguito un ampliamento del Settore C in direzione Est e Sud. Parallelamente è continuata l’indagine delle nuove strutture emerse con i precedenti allargamenti, poste nel lato orientale dell’area. Esse si compongono di due diverse situazioni : una è costituita da un blocco in muratura (pietre e laterizi, possibili reimpieghi delle strutture relative al chiostro) quadrangolare di 1,2 mt c.a. di lato ed alto 0,4 mt; l’altra, di forma molto più indefinita, mostra una superficie superiore orizzontale realizzata da una gettata di malta in cui si riconoscono laterizi interi posti ad assecondare l’orizzontalità della superficie. Entrambe queste situazioni  sembrano poggiare direttamente sullo strato di lastre di ardesia presente in ogni punto dell’area; questo fatto confermerebbe l’estrema modernità delle due costruzioni, ma i prossimi giorni fugheranno ogni dubbio a riguardo. Il nuovo ampliamento, con direzione sud-est, permette di seguire l’andamento della struttura, verosimilmente medievale,  precedentemente individuata nel Settore.

Nel Settore A, il saggio 4800, ha finalmente mostrato delle differenziazioni stratigrafiche : sul fondo dell’approfondimento, ad 1,5 mt c.a. di quota, sono stati messi in luce quattro nuovi tagli in US 4802 (coperta, fino ad oggi, da US 4892 = US 4801) : US -4807, US -4808, US -4809 ed US -4810. Essi sono rispettivamente colmati dai riempimenti US 4803, US 4804, US 4805 ed US 4806; tutti strati fortemente argillosi, di estrema compattezza e di colore marrone-grigio. La loro rimozione permetterà di fornire un’interpretazione alle suddette situazioni.

Today in section A we continued to clean and and expand the new area created by the backhoe in section C while in Section A they found 3 new cuts with oval ends.

GUARDA L'ULTIMO REPORT VIDEO

Diario visualizzato 1519 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

VAI ALLE GALLERIE