VAI ALLA LISTA DELLE GIORNATE DI SCAVO

CAMPAGNA 2013

1° SETTIMANA

2° SETTIMANA

3° SETTIMANA

4° SETTIMANA

5° SETTIMANA

6° SETTIMANA

7° SETTIMANA

8° SETTIMANA

VAI ALLE CAMPAGNE

30 LUGLIO 2013  

Resoconto della giornata di scavo

Area 1000

Nella giornata di oggi è stata individuata e scavata una grande buca circolare (US 1231), dal diametro di 190 cm, tagliata da due trincee di età moderna: US -1147 e US -1135. La fossa è stata molto probabilmente usata come discarica di materiale vario. Sono stati individuati infatti numerosi frammenti ceramici, alcuni privi di rivestimento, riferibili ad una teglia e ad un olla medievali; altri frammenti invece appartengono a produzioni islamiche, sia medio-orientali che spagnole. Sono stati individuati poi numerosi frammenti di un bicchiere di vetro ed alcuni elementi metallici. Questa ricca sacca di materiale sarà in grado di fornirci, dopo gli appropriati studi, molte informazioni riguardo gli eventuali scambi commerciali che caratterizzarono la vita anche economica dell'abbazia medievale.    

We started off our day in Area 1000 where we ended yesterday - working on some of our new cuts in Section B.  We used the pickaxe and the trowel to remove dirt and search for artifacts, such as the pottery and bone we found.  We took pictures of our clean area, then continued to clean deeper than the surface.  Some new cuts on the east side of section B turned out to and took pictures as soon as the shadows cooperated.  After lunch, we had a photo taken of all of SEction A and B, then continued to clean and explore even more of our many new cuts in Sections A and B.

Area 2000

Procede la messa in luce di USk 2379 nella porzione centrale che durante la deposizione doveva probabilmente indossare una veste, dato il ritrovamento di una gancetto in bronzo a livello della prima vertebra lombare; come ulteriore elemento di corredo è stata individuata una medaglia bronzea all’incirca sull’epifisi distale della tibia destra. Subito a Sud di questo taglio sepolcrale è stata identificata una fossa (US -2365) di forma ellissoidale regolare, orientata E/W all’interno del quale è stato deposto USk 2383, in buono stato di conservazione, del quale è stato messo in luce solamente il cranio posto ad Ovest. Ancora più ad Est è visibile un terzo scheletro in connessione  di cui  è visibile l’omero destro e la scapola e che sarà indagato il prossimo anno.
La pulizia dell’angolo Nord Occidentale ha permesso l’identificazione di un taglio ovoidale (US -2385) il quale riempimento, già rimosso, è caratterizzato da elementi litici di medie dimensioni e grumi di malta.

Today in 2000B we pickaxed and cleaned to match the stratigraphic layer of the adjoining portion of Area 1000.

In Sector A, we fully removed US 2384, exposing USK 2383, an adult burial oriented West/East. USK 2383 was cut transversely at the distal end of the tibias. A metal clasp or pin of unknown use was found lateral to the right tibia.

We also continued to expose USK 2379 and found a round medallion medial to the right femur. Nails were found near the right tibia and wood was found under the right pubic bone. Photographs were taken of both USK 2379 and USK 2383 at the end of the day.

Cut -2385 in the northwest corner of Sector A was explored today down to the bottom of the cut. It is an irregularly shaped cut filed with scattered bone fragments and friable rocks, brick and slate. No burial or significant finds were uncovered in the cut, so it was cleaned and photographed.

Area 3000

Nella giornata di oggi si è proceduto con il completamento dello scavo della trincea US – 3257, che dalla facciata della chiesa attuale attraversa tutta la porzione settentrionale del Settore B, intercetta parte del perimetrale USM 3073 e, perpendicolarmente ad esso, prosegue verso Nord per tutta la lunghezza del Settore A. Il fondo di tale trincea, probabilmente realizzata in epoca moderna come canaletta per drenare l’acqua dall’abbazia, è caratterizzato da una strato di elementi litici di varia pezzatura, laterizi ed alcune lastre di ardesia, che si distribuiscono omogeneamente in tutta la sua estenzione.
Nel Settore A è inoltre terminata la rimozione degli individui scheletrizzati Us 3312, deposto in decubito dorsale all’interno della cassa litica US 3310, e Us 3313, inumato supino a Nord della tomba in muratura suddetta. Entrambe le sepolture, orientate W-E, risultano intercettate nella porzione superiore del corpo da un taglio di forma allungata (US – 3320), orientato N-S, i cui limiti saranno chiariti meglio nel corso della giornata di domani. A ridosso della facciata dell’antica abbazia è iniziata l’indagine all’interno della cassa litica US 3321, orientata N-S, che sarà approfondita nei giorni seguenti. Nel Settore B è stata effettuata la rimozione dello scheletro Us 3287, deposto supino ed orientato N-S, immediatamente a Sud del muro USM 3073.

Area 4000

Settore A – Saggio 4800

Con la giornata di oggi è stato possibile definire due tagli di forma subcircolare (US -4818 ed US -4808) disposti parallelamente alle due strutture medievali (US 4126 ed US 4062). La forma e gli allineamenti fanno ipotizzare alla presenza di due fosse sepolcrali la cui realizzazione potrebbe aver rispettato gli alzati del chiostro.

Settore C

La rimozione dello strato di lastre di ardesia (US 4130) ha permesso di mettere in luce, sull’intera superficie del settore, uno potente contesto argilloso (US 4145 ed US 4146) intaccato da diversi tagli : US -4160 ed US -4165 (fondi di tagli colmati da malta e frammenti laterizi, probabilmente relativi alle fasi di vita di età post moderna. Colmati da US 4153 ed US 4154), US -4162 (taglio circolare posto ad est della struttura US 4131 e probabilmente relativo ad essa. Colmato da US -4152), US -4158 (taglio lineare con andamento est ovest, sul limite sud del settore e ipotizzato come relativo alla posa di una tubatura. Colmato da US 4156, strato fortemente umotico e dalla consistenza sciolta). È stata inoltre indagata la struttura US 4144, composta da cinque grandi lastre di pietra orientate est-ovest ed allineate lungo i loro lati lunghi. Tale rimozione ha permesso di esporre due spallette in opera laterizia disposte parallelamente alle lastre di copertura. Potrebbe dunque trattarsi di una canaletta di scarico di epoca postmoderna relativa alle strutture afferenti alla chiesa allo stato attuale.

GUARDA L'ULTIMO REPORT VIDEO

Diario visualizzato 987 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

VAI ALLE GALLERIE