VAI ALLA LISTA DELLE GIORNATE DI SCAVO

CAMPAGNA 2013

1° SETTIMANA

2° SETTIMANA

3° SETTIMANA

4° SETTIMANA

5° SETTIMANA

6° SETTIMANA

7° SETTIMANA

8° SETTIMANA

VAI ALLE CAMPAGNE

01 AGOSTO 2013  

Resoconto della giornata di scavo

Area 1000

Nella giornata di oggi sono state completate le operazioni di scavo dei tagli esposti ieri. Nello specifico è stato completamente messo in luce il fondo della buca US -1235 e l'individuo US 1245 di cui si sono conservati soltanto alcuni denti. Abbiamo deciso inoltre di indagare parte della trincea US 1220, per poterne osservare la forma ed eventualmente i materiali conservati e capire dunque qualcosa riguardo la sua funzione. I materiali ceramici sono praticamente assenti ma il sedimento presenta numerosissimi elementi ferrosi. Con la prossima stagione di scavo forse sarà possibile determinare qualcosa di più su questa che per adesso sembra una canaletta di scolo delle acque relativa alle fasi medievali dell'abbazia.      

Area 2000

La giornata è stata dedicata alla pulizia di entrambi i settori in previsione della chiusura dell’area che avverrà domani. Per quanto riguarda il Settore A sono stati individuati due tagli ellissoidali orientati E/O sullo strato US 2292 che emerge sul fondo della struttura laterizia USM 2100; è probabile che questi possano essere in fase con gli altri visibili nel Settore B, probabilmente di epoca medievale.  I lavori di pulitura hanno permesso di evidenziare completamente la struttura muraria USM 2358 rinvenuta nella porzione centro settentrionale, subito ad Ovest della vasca laterizia: questa ha una larghezza di circa 65 cm e, rispetto al muro USM 2106, risulta più profonda ed imponente. Oltre quindi alle strutture identificate e messe in luce nelle altre aree di scavo, è evidente che anche sul lato più settentrionale esistevano ulteriori ambienti monastici le quali destinazioni d’uso sono ancora da chiarire.
In riferimento all’indagine delle fasi cimiteriali sono state documentate in questa stagione 25 sepolture: gli individui sono per lo più adulti (fatta eccezione per i tre infanti rinvenuti sia nel Settore A che nel Settore B) di entramb i sessi, deposti o in semplice fossa terragna o in cassa lignea, in alcuni casi con sudari o oggetti di corredo personale (orecchini, bottoni in osso, gancetti …) e rituali (croci, medaglie, rosari …). Il campione raggiunto in queste tre campagne di scavo raggiunge pertanto le 76 sepolture totali, databili alla fine del settecento e agli inizi dell’ottocento con la fase intermedia dell’epidemia di colera del 1855.

 

Today, we did a clean scrape of the entire unit--both sections A and B--in preparation for closing the unit for the season, which will take place tomorrow.

Area 3000

Nella giornata di oggi si è proceduto con la messa in luce dell’individuo Us 3329, orientato N-S e deposto in decubito dorsale all’interno della cassa litica US 3321, a ridosso della facciata dell’antica abbazia. Si tratta di un individuo infantile di 4-5 anni di età in buono stato di conservazione, soprattutto il cranio, anche se presenta il frontale in parte distaccato dai parietali e scivolato in avanti. Tale spostamento può essere avvenuto a causa della giovane età del defunto e della mancata saldatura delle corrispettive ossa che, decomposte in spazio vuoto, sono cadute verso il basso. Un’altra ipotesi plausibile è che originariamente il corpo fosse deposto in una cassetta lignea il cui coperchio, una volta decomposto, avrebbe fatto penetrare all’interno della tomba il sedimento, esercitando così una pressione dall’alto verso il basso. L’ipotesi di un contenitore di legno collocato all’interno della tomba in muratura sembra essere confermata dal rinvenimento di alcuni chiodi collocati lungo le pareti della cassa litica. I fili dorati rinvenuti in prossimità del parietale sinistro e dello zigomo destro fanno pensare alla presenza originaria di un tessuto broccato, in seta, molto pregiato, che doveva avvolgere il cranio o parte del corpo. La presenza di tale velo, oltre che alla collocazione della tomba in muratura in facciata, suggerisce l’appartenenza dell’inumato ad una classe sociale agiata ed importante. Durante la messa in evidenza non sono stati rinvenuti gli avambracci, il femore sinistro ed i piedi. Nel Settore B continua lo scavo del riempimento US 3326, all’interno del taglio di forma allungata US – 3325, orientata SE-NW, nella porzione centro-orientale del settore. Lungo la parete meridionale e settentrionale di tale fossa sono state rinvenute alcune schegge di legno con andamento regolare, che sembrano delimitare il perimetro di una cassa rettangolare, che probabilmente doveva ospitare un inumato e che si è in parte decomposta nel tempo. Il riempimento US 3326 è caratterizzato da numerosi resti osteologici, alcuni dei quali parzialmente in connessione anatomica, che potrebbero essere collassati all’interno della tomba in seguito alla decomposizione della copertura superiore della cassa lignea. 

Area 4000

Settore A – Saggio 4800

Con la giornata di oggi è proseguita l’indagine della terza sepoltura individuata nell’approfondimento, USk 4823, l’individuo rinvenuto al centro del saggio, all’interno del deambulatorio, con allineamento est-ovest.

Settore B

In vista dell’elaborazione del rilievo generale degli alzati messi in luce durante questa campagna, la struttura medievale US 4123, orientata est-ovest, è stata ripulita e completamente documentata.

Settore C

Con la rimozione di US 4172 (strato di accumulo a ridosso della struttura medievale US 4134) è stata messa in luce una seconda unità stratigrafica che, come la precedente, denota una altissima concentrazione di frammenti ceramici nella sua matrice (US 4173). La canaletta individuata nel lato orientale del settore è stata svuotata tramite la rimozione del riempimento US 4171.

GUARDA L'ULTIMO REPORT VIDEO

Diario visualizzato 1074 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

VAI ALLE GALLERIE