PROGETTO ANTICHE GENTI DI PISA

Lunedì 30 Giugno 2008

 Dimensione testo: Piccolo | Medio | Grande
Apertura del cinerario T.185, si tratta di un ossuario biconico deposto in un dolio. Sia del dolio che del cinerario si conservano soltanto le parti inferiori (Fig.48). Il dolio presenta una ceramica rossastra di pessima qualità, molto friabile e fragile, pertanto, è stato necessario consolidarne parte del corpo ceramico. Il biconico presenta un’ansa rotta in antico che è stata rinvenuta sul fondo del vaso durante la rimozione del contenuto. E’ stato anche rinvenuto oggetto in bronzo in cattive condizioni di conservazione, già individuato dalla TAC, probabilmente una fibula.

Fig.48: cinerario T.217 la TAC evidenzia la presenza di un oggetto metallico (freccia)