PROGETTO ANTICHE GENTI DI PISA

Giovedì 17 Luglio 2008

 Dimensione testo: Piccolo | Medio | Grande
Apertura del cinerario T.238; si tratta di un biconico con ciotola. La ciotola, frammentata ma completa, è di grosse dimensioni con decorazioni sul fondo, sull’orlo, sotto l’ansa (Fig.49). Il biconico è frammentato e resta solo la parte superiore, poiché il fondo è in parte collassato verso l’interno ed incompleto. Durante i microscavo sono stati rinvenuti numerosi frammenti di bronzo (almeno 8) appartenenti forse a due o più oggetti tra cui una fibula a disco ed un fermatrecce, pertanto la documentazione, la pulizia, il consolidamento e la rimozione di ciascun elemento ha richiesto lunghi tempi di lavoro. Tutte le fasi del lavoro (Figg.50-51), dall’apertura del cinerario fino al termine del microscavo sono stati documentati anche in video.

Fig.49: Cinerario T.238, si tratta di un biconico con ciotola.

Fig.50:Mappatura della ciotola del cinerario T.238: il profilo di ciascun frammento viene disegnato e numerato sopra un foglio di plastica trasparente, per consentire la successiva ricostruzione della ciotola durante il restauro.

Fig.51:Velatura della ciotola: i frammenti della ciotola vengono consolidati attraverso l’applicazione di garze imbevute di consolidante ad acqua e successivamente rimossi.