PROGETTO ANTICHE GENTI DI PISA

Mercoledì 10 Settembre 2008

 Dimensione testo: Piccolo | Medio | Grande

I tre cinerari sono stati parzialmente svuotati ed alleggeriti e quindi sottoposti a TAC.
Uno di questi, T.239, è risultato essere uno dei più interessanti. Si tratta di un biconico con coperchio a forma di elmo crestato, quasi integro (Fig.1). Il biconico è completo ma collassato su se stesso con un’ansa a pseudo tortiglione molto frammentata. I vasi, successivamente alla mappatura dei frammenti, sono stati accuratamente ripuliti e poi consolidati mediante l’applicazione di garze e consolidante (velatura, Fig.2). In seguito l’elmo-coperchio è stato rimosso ed è iniziato il microscavo del contenuto.

Fig.1 Fig.2 Fig.2

Figura 1: cinerario T.239 dopo la pulizia

Figura 2: cinerario dopo la velatura

Figura 3: alcune fasi del consolidamento del vaso