PROGETTO ANTICHE GENTI DI PISA

Martedý 20 Novembre 2007

 Dimensione testo: Piccolo | Medio | Grande
Sono stati aperti due nuovi cinerari: T.98 e T.205. Il cinerario T.98 è un biconico con coperchio in parte frammentato, così è stato possibile rimuovere alcuni frammenti del vaso per facilitare la rimozione del contenuto. Le pareti sono state consolidate con una velatura in garza e consolidante diluito in acqua (Figg. 18 e 19). Il contenuto del vaso, suddiviso in strati, è stato rimosso e i frammenti ossei sono stati preparati per l’esame antropologico. All’interno è stato rinvenuto un piccolo oggetto in metallo non identificabile.

Il cinerario T.205 è un biconico con coperchio integro e completo, solo la ciotola appare frammentata (Fig.20). I frammenti della ciotola sono stati rimossi ed è stata effettuata la pulizia esterna del vaso. Anche in questo caso il contenuto è stato rimosso suddiviso in strati. All’interno, assieme ai frammenti ossei combusti sono stati rinvenuti alcuni oggetti in bronzo tra cui una fibula ad arco.

Fig.1
Fig.1
Fig.1
fig. 16: Interno del cinerario T.191 dopo la rimozione del contenuto.
fig. 17: frammenti ossei, dopo il lavaggio, contenuti nel cinerario T.192
fig. 18: Velatura consolidante del cinerario T.98
 
Fig.1
Fig.1
fig. 19: Cinerario T.98 dopo la rimozione di parte del vaso
Figura 20: cinerario T.205