Corso di Perfezionamento in Studio delle Mummie

di Redazione

Mummiologia

Articoli
> Mummiologia

Versione stampabile  Dimensione testo: Piccolo | Medio | Grande

Corso di perfezionamento

Si è appena concluso il primo corso di perfezionamento post-laurea in Studio delle mummie. Questo innovativo corso di studi superiori, che si è svolto dal 25 luglio al 5 agosto 2016, è il frutto della collaborazione tra la Divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa, che da molti anni si occupa di questo settore, il Centro di Documentazione Baronio Vincenzi di Borgo Cerreto, sede di una importante collezione di mummie di Età Moderna, e il Comune di Cerreto di Spoleto. 

Le lezioni del corso di perfezionamento, a cui sono stati ammessi, dopo una selezione, 10 studenti provenienti da tutta Italia, sono state tenute da specialisti del settore guidati dal Prof. Gino Fornaciari e dalla Prof.ssa Valentina Giuffra dell’Università di Pisa, dal direttore scientifico del Centro di documentazione Baronio Vincenzi Prof. Lorenzo Costantini e dalla curatrice dei reperti antropologici di Borgo Cerreto Dott.ssa Agata Lunardini, con lo scopo di fornire adeguate competenze in un settore di studio che sta suscitando un forte interesse. Attraverso un approccio multidisciplinare, che spazia dall’analisi macroscopica e paleopatologica, all'istologia, all’entomologia, alle analisi isotopiche, alle applicazioni della radiodiagnostica più avanzata (come la Tomografia Computerizzata), fino alle indagini molecolari sul DNA antico, il corso ha rappresentato un’occasione unica per tutti gli appassionati dello studio dei corpi umani antichi mummificati. 

Nella prima settimana le lezioni si sono svolte presso la Divisione di Paleopatologia dell'Università di Pisa, mentre lo studio di imaging si è svolto presso il Dipartimento di Radiologia Diagnostica ed Interventistica, diretto dal Prof. Davide Caramella. Nella seconda settimana le attività sono state prevalentemente svolte nella sala espositiva e nel laboratorio del Centro di Documentazione Baronio Vincenzi di Borgo Cerreto. 

In questa piccola realtà locale, nel comune di Cerreto di Spoleto e nel cuore della Valnerina, è presente infatti una delle poche serie di mummie naturali non decontestualizzate, rinvenute nel 1959 all'interno della cripta del medico del XVI secolo Baronio Vincenzi e risalenti ad un periodo compreso tra il XVI e il XIX secolo. 

I partecipanti al Corso di Perfezionamento, grazie alla disponibilità del sindaco Luciano Campana e del comune di Cerreto di Spoleto, sono stati ben accolti in Valnerina e hanno avuto la possibilità di lavorare a stretto contatto con gli esperti del settore che da anni studiano e curano i preziosi reperti antropologici. Le indagini radiologiche e la TC (Tomografia Computerizzata) a cui una delle mummie è stata sottoposta si sono svolte presso l’Ospedale di Norcia, che ha acconsentito ad ospitare questo “vecchio” paziente.

Alla fine del corso, venerdì 5 agosto alle ore 15, gli studenti hanno esposto una relazione sulle competenze acquisite durante un workshop aperto alla comunità. 


Articolo inserito il 25 agosto 2016 e letto 978 volte

GALLERIA DI IMMAGINI

 
 
  Dieci anni di ricerche bioarcheologiche in terra...
This New Field Of Medicine Is Like House - With A...