Vai alla homepage Vai alla homepage CURRICULUM Vai al Sito dell'Università di Pisa  
 
 
{Recordset1.Nome} {Recordset1.Cognome}
 
Contatti:
a.fornaciari@teletu.it
Navigazione:
Torna alla pagina dello Staff
Vai alla Homepage
 

Antonio Fornaciari

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

Incarichi:
Responsabile del settore archeologico
Cultore della materia in Archeologia Funeraria

Breve curriculum:

  • Ha conseguito la maturità classica nell’anno 1996 presso il liceo G. Carducci di Viareggio con votazione di 58/60.
  • Ha conseguito la laurea in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi di Pisa nell’a.a. 2002/3 con una tesi in Archeologia Medievale dal titolo “Le Maioliche Arcaiche del Convento di Sant’Agostino di Pietrasanta” con la votazione di 110/110 e lode. Relatore Prof. Marco Milanese, correlatore Dott.ssa Graziella Berti.
  • Iscritto al XIX ciclo della Scuola di Dottorato in Storia e Archeologia del Medioevo, Istituzioni e Archivi dell’Università di Siena, già sotto il coordinamento di Riccardo Francovich, con il progetto di ricerca: La Maiolica di Montelupo – cronotipologia e diffusione di un indicatore prezioso per i depositi archeologici del Medioevo e dell’Età Moderna. Tutori del progetto: prof. Marco Milanese, dott.ssa Graziella Berti, dott. Federico Cantini.
  • Dal 2006 è membro dell’Association International pour l’Etude des Céramiques Médiévales en Méditerranée (AIECM2).
  • E’ membro della S.A.M.I. (Società degli Archeologi Medievisti Italiani).

Scavi e ricognizioni archeologiche

  • Scavo nel sito paleolitico della Grotta del Cavallo, Massarosa, Lucca, organizzato dal Dipartimento di Scienze Preistoriche, sotto la direzione scientifica del prof. Francesco Mallegni (campagne 1994 e 1995).
  • Scavo d’emergenza nell’area Smipar, Pisa, sotto la direzione scientifica del dott. Stefano Bruni, Soprintendenza Archeologica della Toscana, 1995.
  • Scavo della chiesa di San Luca, Lucca, organizzato dalla Scuola Normale Superiore e dalla sezione di Paleopatologia del Dipartimento di Oncologia dell’Università di Pisa, sotto la direzione scientifica del prof. Giuseppe Nenci e del prof. Gino Fornaciari (campagne 1998, 2000, 2001).
  • Ricognizione nel territorio del comune di Massa e Cozzile, organizzata dagli insegnamenti di Archeologia Medievale e di Metodologia della Ricerca Archeologica del Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università di Pisa, sotto la direzione scientifica del prof. Marco Milanese (marzo 1999).
  • Scavo nell’area dei Bastioni a Mare, Alghero, organizzato dagli insegnamenti di Archeologia Medievale e di Metodologia della Ricerca Archeologica del Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università di Pisa, sotto la direzione scientifica del prof. Marco Milanese (agosto 1999).
  • Ricognizione nell’area di Furfalo, comune di Marliana, Pistoia, organizzata dagli insegnamenti di Archeologia Medievale e di Metodologia della Ricerca Archeologica del Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università di Pisa, sotto la direzione scientifica del prof. Marco Milanese (dicembre 1999).
  • Scavo nell’area di Via Toselli -Vicolo dei Facchini, Pisa, organizzato dagli insegnamenti di Archeologia Medievale e di Metodologia della Ricerca Archeologica del Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università di Pisa, sotto la direzione scientifica del prof. Marco Milanese (2000). (Responsabile di area)
  • Scavo del castello della Brina, La Spezia, organizzato dagli insegnamenti di Archeologia Medievale e di Metodologia della Ricerca Archeologica del Dipartimento di Scienze Archeologiche dell’Università di Pisa, sotto la direzione scientifica del prof. Marco Milanese (campagne  2001, 2002, 2003). (Responsabile di area)
  • Scavo preventivo della chiesa di San Giovanni di Fivizzano, Massa, sotto la direzione scientifica del prof. Marco Milanese (dicembre 2001).
  • Scavo e documentazione delle emergenze archeologiche per conto della Soprintendenza Archeologica della Toscana (dott. Giulio Ciampoltrini) nell’area urbana di Lucca (marzo-aprile-maggio 2002. Gennaio-febbraio 2003. Settembre-Ottobre 2003. Maggio-giugno 2004. Dicembre 2004-gennaio 2005. Settembre-ottobre 2005. Gennaio-febbraio-marzo 2006).
  • Scavo della chiesa di San Giovanni Battista a Pieve dei Monti di Villa (LU), organizzato dalla Sezione di Storia della Medicina e Paleopatologia dell’Università di Pisa sotto la direzione scientifica del prof. Gino Fornaciari. (Campagne 2002-2004-2005-2006).  (Responsabile sul campo).
  • Scavo d’emergenza nell’area di Piazza del Duomo a Pisa sotto la direzione scientifica della dott.ssa Emanuela Paribeni, Soprintendenza Archeologica della Toscana, (dicembre 2003 e ottobre 2005).
  • Scavo d’emergenza nel quartiere suburbano di Terrarossa a Pontremoli (MS) sotto la direzione scientifica della dott.ssa Emanuela Paribeni, Soprintendenza Archeologica della Toscana, (marzo 2004-gennaio/febbraio 2005).
  • Scavo d’emergenza presso la Casa di Reclusione di Porto Azzurro-Isola d’Elba (LI) sotto la direzione scientifica del prof. Marco Milanese e per incarico della dott.ssa Silvia Ducci, Soprintendenza Archeologica della Toscana, (aprile 2004).
  • Scavo d’emergenza presso Pozzi, Seravezza (LU), per incarico della dott.ssa Emanuela Paribeni, Soprintendenza Archeologica della Toscana, (aprile 2005). (Responsabile sul campo).
  • Responsabile dello studio archeologico delle deposizioni medicee granducali all’interno del “Medici Project” promosso dalle Università di Pisa e Firenze insieme alla Soprintendenza al Polo Museale Fiorentino a partire dal maggio 2004.
  • Scavo preventivo nel centro storico di Fosdinovo (MS), in contrada Camposanto Vecchio, sotto la direzione scientifica della dott.ssa Emanuela Paribeni (maggio 2007 e novembre 2007). (Responsabile sul campo).
  • Scavo archeologico del castello di Benabbio, comune di Bagni di Lucca (LU), sotto la direzione scientifica del prof. Gino Fornaciari (agosto 2007. Agosto-settembre 2008. Luglio-agosto 2009). (Responsabile sul campo).
  • Scavo e studio degli elevati nell’area del Castello di Incisa Val d’Arno per incarico del Comune di Incisa, sotto la direzione scientifica del dott. Luca Fedeli, Soprintendenza Archeologica della Toscana (settembre-dicembre 2009). (Responsabile sul campo).
  • Scavo dell’area cimiteriale prospiciente la chiesa di Sant’Alessandro in Vecchiano (PI), per incarico del Comune di Vecchiano e sotto la direzione scientifica della dott.ssa Silvia Ducci, Soprintendenza Archeologica della Toscana (settembre – dicembre 2010). (Responsabile sul campo).
Missioni e ricognizioni paleopatologiche
(Attività svolta all’interno della Divisione di Paleopatologia del Dipartimento di Oncologia dell’Università di Pisa)
  • Esumazione del corpo mummificato di Luigi Boccherini, nella chiesa di San Francesco a Lucca (settembre 1994).
  • Esumazione del corpo mummificato di Pandolfo III Malatesta nella chiesa di San Francesco a Fano (1994).
  • Missione di studio in Calabria, in collaborazione col Dipartimento di Storia dell’Università della Calabria, con esumazione dei resti scheletrici di Enrico VII, re di Germania, nella cattedrale di Cosenza, e di Gioacchino da Fiore, nell’abbazia florense di San Giovanni in Fiore, (novembre 1998).
  • Esumazione dei corpi dei duchi di Urbino della famiglia Della Rovere, nella chiesa di S. Chiara a Urbino (aprile 1999).
  • Esumazione del corpo mummificato della Beata Diana Giuntini di Santa Maria a Monte, Pisa (maggio 1999).
  • Esumazione e studio dei resti scheletrici dei duchi di Montefeltro conservati a Urbino nella chiesa di San Bernardino (marzo 2000).
  • Esumazione e studio del corpo mummificato della Beata Cristina di Spoleto, XV sec., Spoleto (aprile 2000).
  • Esumazione del corpo parzialmente mummificato della Beata Elena Guerra, Lucca (maggio 2001).
  • Studio paleopatologico delle mummie rinascimentali di Borgo Cerreto, XVIII-XIX sec., PG, (maggio 2001).
  • Esumazione delle mummie della chiesa della Confraternita della SS.Trinità di Popoli, XVIII secolo, AQ, (agosto 2001).
  • Esumazione e studio dei resti scheletrici di Eliseo Giordano, Vescovo di Alghero, XIX sec, (gennaio 2002).
  • Esumazione e studio della mummia di Cangrande della Scala, XIV secolo, Verona (marzo 2004).
  • Esumazione dei resti scheletrici di Carlo Broschi detto il Farinelli, Cimitero della Certosa, Bologna (luglio 2006).
  • Missione nella Sicilia Orientale per lo studio dei complessi funerari d’Età Moderna destinati alla mummificazione e al trattamento dei corpi ( 2005-2006).
  • Esumazione del corpo mummificato di San Giacomo della Marca, Monteprandone, AP, (ottobre 2008).

Attività di laboratorio

  • Studio dei materiali ceramici dallo scavo urbano dell’area Via Toselli -Vicolo dei Facchini, Pisa, sotto la direzione del prof. Marco Milanese, Cattedra di Archeologia Medievale, Università di Pisa (2003-2006)
  • Studio dei reperti ceramici medievali e postmedievali dal centro urbano di Pescia, sotto la direzione del prof. Marco Milanese, Cattedra di Archeologia Medievale, Università di Pisa (2004-2005).
  • Studio dei materiali ceramici provenienti dagli scavi di Via dei Castellani e della Biblioteca Magliabechiana nel complesso degli Uffizi, e dell’ala orientale di Palazzo Vecchio a Firenze, sotto la direzione del prof. Riccardo Francovich e del dott. Federico Cantini, Cattedra di Archeologia Medievale, Università di Siena (2005-2007).

Attività didattica

  • Seminario su metodologia di scavo archeologico valido come corso di aggiornamento per insegnanti della Provincia di Lucca organizzato dalla Sezione di Archeologia e Topografia Medievale dell’Istituto Storico Lucchese (Primavera 2001).
  • Seminario su tecniche di scavo archeologico all’interno dell’insegnamento di Archeologia Funeraria, Corso di laurea in Beni Culturali, Università di Pisa (a.a. 2007-2010).
  • Didattica sul campo nel cantiere di Pisa, Santa Cristina-Vicolo dei Facchini (anni 2000-2001), sotto la direzione scientifica del Prof. Marco Milanese.
  • Didattica sul campo nei cantieri di scavo archeologico della Divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa.
  • Seminario valido come corso di aggiornamento per insegnanti della Provincia di Massa-Carrara organizzato dall’Istituto per la Valorizzazione dei Castelli di Massa dal titolo “ per un quadro storico-culturale della provincia di Massa Carrara: Lunigiana e zona costiera dalla Protostoria alla Romanità” tenutosi nel Marzo-Maggio 2008.
  • Docenza nel master inter-universitario di primo livello “Bioarcheologia, Paleopatologia e Antropologia Forense” tenuto negli anni 2009 e 2010 nelle sedi universitarie consorziate delle Università di Milano, Bologna e Pisa.
Mostre e divulgazione archeologica
  • Ha partecipato all’allestimento della mostra “La città nascosta: venti anni di scoperte archeologiche a Lucca” tenutasi a Lucca in Villa Bottini dal 1 Maggio al 23 Giugno e nel Baluardo di S.Paolino, sempre a Lucca, dal 10 Settembre al 3 Novembre 2002.
  • Ha partecipato alla realizzazione della mostra “Frammenti di Medioevo - la scoperta archeologica del Castrum Brinae”, tenutasi a Sarzana nella Fortezza Firmafede  dal 4 Settembre al 31 Ottobre 2004.
  • Ha partecipato alla compilazione dei pannelli e del catalogo della mostra “Redire: 1427-2009. Ritorno alla luce” tenutasi a Fano dal 27 Marzo al 30 Ottobre 2009.
  • Ha pianificato e  realizzato l’allestimento del percorso archeologico di visita dell’area del Castello di Benabbio in occasione delle iniziative della rassegna provinciale “L’Olio e i tesori di Lucca”, in collaborazione con l’Azienda per il Turismo di Lucca, negli anni 2007-2010.

Partecipazione a convegni

  • Il corpo del principe. Ricerche su Cangrande della Scala. Verona, sabato 20 Novembre 2004. Convegno organizzato dal Museo Comunale di Castelvecchio di Verona.Relazione dal titolo”Archeologia della deposizione di Cangrande”.
  • Convegno Internazionale DNA antico e paleopatologia: per una storia delle malattie e dei regimi di vita nell’evo moderno. Organizzato dall’Istituto di Storia della Medicina dell’Università La Sapienza di Roma.
    Roma, venerdì 31 Marzo - sabato 1 Aprile 2006. Relazione dal titolo “Nuovi complessi di mummie dalla Sicilia Orientale”.
  • VI Wordl Congress on Mummy Studies. Teguise, Lanzarote, 20-24 Febbraio 2007. Relazione dal titolo “The blessed Christina from Spoleto: a case of 15th century artificial mummy from Umbria (central Italy)”.
  • Pottery of the Western Mediterranean, production, influences, distribution and use. Annual Conference of the Medieval Pottery Research Group, Siena, Italy (7-8-9 Luglio 2008).  Relazione dal titolo “La maiolica di Montelupo: un indicatore di status socio-economico ?”.
  • La Rocca di Villa Basilica. Archeologia e storia di un centro fortificato. Giornata di studi a cura della Soprintendenza Archeologica della Toscana, Istituto Storico Lucchese, Comune di Villa Basilica. Villa Basilica, 30 Novembre 2008.
    Relazione dal titolo “Il castello di Benabbio: i risultati delle prime due campagne di scavo”.
  • XVIII Congresso dell’Associazione Antropologica Italiana, Firenze 1-4 Ottobre 2009. Evoluzione e Biodiversità umana: la storia naturale dell’uomo 200 anni dopo Darwin. Poster di F. Coschino, A. Fornaciari, S. Minozzi, A. Vitiello e G. Fornaciari “ La gestione informatica del dato antropologico: dallo scavo al laboratorio. Archiviazione, gestione ed elaborazione dei dati”, che è risultato vincitore del premio “Carla Signoretti”, assegnato al miglior poster per la sessione di Paleoantropologia e Biologia Scheletrica.
  • IX Congresso Internazionale sulla ceramica medievale nel Mediterraneo AIECM2. Venezia, 23-28 Novembre 2009. Relazione dal titolo “Per una nuova tipologia della Maiolica di Montelupo (XV-XIX sec.)”.
  • I Incontro del Gruppo di Biologia dello Scheletro (AAI), Collezioni scheletriche umane: catalogazione, gestione, valorizzazione e prospettive, Asti 21-23 settembre. Intervento con Simona Minozzi e Francesco Coschino dal titolo “Database per l’archiviazioni dei dati tafonomici e scheletrici”.
  • Max-Planck-Institut für Wissenschaftsgeschichte, Workshop “Immortal bodies” 13-15 gennaio 2011. Intervento dal titolo “Italian artificial mummies to illustrate embalming art”.
Pubblicazioni

2000

  1. Fornaciari A., L’Esplorazione della tomba di Federico II da Montefeltro: notizie preliminari, Archeologia Postmedievale 4, pp. 211-218.

2001

  1. Tre schede in Archeologia Postmedievale 5, pp. 313, 329-320, 334-335.

2002

  1. Una scheda in Archeologia Postmedievale 6, p. 221.

2003

  1. Fornaciari A., Lunardini A., Indagine paleopatologica sui resti scheletrici del vescovo di Alghero Eliseo Giordano (1820-1906), Archeologia Postmedievale 7: 267-271 , 2003.
  2. Sette schede in Archeologia Postmedievale 7, pp. 273, 275, 289, 295, 303-304.

2004

  1. Fornaciari G., Vitiello A., Giuffra V., Gambini M., Fornaciari A., Studio antropologico ergonomico e patologico delle Sante Attinia e Greciniana, in “Rassegna Volterrana” anno LXXX-LXXXI, Volterra 2004, pp. 281-294.
  2. Anichini F., Fornaciari A., Longo G., La sequenza  dell’area 3000, in “Archeologia in Chinzica”, Studi Pisani, 9, Pisa 2004, pp. 120-131.
  3. Fornaciari A., L’ampliamento del cassero ed i restauri nel XIII secolo, in Frammenti di Medioevo – La scoperta archeologica del Castrum Brinae, a cura di Monica Baldassarri, Pontedera 2004, pp. 22-25.
  4. Fornaciari A., Le evidenze archeologiche nell’area 4000, in “Ricerche archeologiche nel castello della Brina (2001-2003)”, a cura di Monica Baldassarri, Studi Sarzanesi 2/3, Sarzana 2004, pp. 32-37.
  5. Ciranni R., Fornaciari A., Fornaciari G., Cangrande della Scala (1291-1329): a rare case of natural mummification, in Paleopathology Newsletter, n. 126, pp. 5-8, 2004
  6. Fornaciari A., Archeologia, in “Cangrande della Scala - la morte e il corredo di un principe nel medioevo europeo”, a cura di P. Marini, E. Napione e G.M. Varanini, Venezia 2004, p. 57 e p. 316.

2005

  1. Fornaciari G., Brier B., Fornaciari A., Secrets of the Medici, Archaeology, Vol. 58 N 4 , pp 36-42, 2005.
  2. Dadà M., Fornaciari A., L’ospedale medievale di San Giovanni a Pontremoli (MS) relazione preliminare dell’intervento archeologico, in Agogè II , 2005, pp. 265-286.

2006

  1. Fornaciari G., Vitiello A., Giusiani S., Giuffra V., Fornaciari A., The “Medici Project”: First Results of Explorations of the Medici Tombs in Florence (15th - 18th centuries), in Paleopathology Newsletter, num. 133, pp. 15-22, 2006.
  2. Fornaciari A., L’archeologia dei sepolcri monumentali alla luce delle ricerche condotte su Cangrande della Scala, in “Il corpo del principe. Ricerche su Cangrande della Scala” a cura di E. Napione, pp. 40-47, Venezia 2006.
  3. Fornaciari A., Le maioliche rinascimentali dagli scavi nell’area del Monastero femminile di Santa Giustina in Lucca, in “Nella Terra, nel tempo – gli scavi archeologici nel complesso Galli Tassi di Lucca” a cura di G. Ciampoltrini, E. Abela e S. Bianchini, pp. 121-134, Lucca 2006.

2007

  1. Fornaciari A., Maioliche dalla fine del XVI al XIX secolo, in “Firenze prima degli Uffizi”, a cura di F. Cantini, C. Cianferoni, R. Francovich, E. Scampoli, Firenze 2007, pp. 471-482.
  2. Fornaciari A., Nuove produzioni ceramiche tra XIX e XX secolo, in “Firenze prima degli Uffizi”, a cura di F. Cantini, C. Cianferoni, R. Francovich, E. Scampoli, Firenze 2007, pp. 542-550.
  3. Fornaciari A., Giuffra V., La mummificazione nella Sicilia della Tarda Età Moderna (Sec. XVII-XIX): nuove testimonianze dalla Sicilia Orientale, in Atti del Convegno “DNA antico e paleopatologia: per una storia delle malattie e dei regimi di vita nell’evo moderno” Roma  31 Marzo - 1 Aprile 2006, Medicina nei Secoli, vol. 18 , n 3, pp. 925-942.
  4. Paribeni E., Fornaciari A., Galetti L., Rezza S., Pietrasanta (Lu). La Villa Romana, in Notiziario della Soprintendenza Archeologica della Toscana 1/2006, 2007 pp. 26-30.
  5. Dadà M., Fornaciari A., L’ospedale medievale di San Giovanni a Pontremoli (Lunigiana, MS), in Archeologia Medievale XXXIII, 2006, pp. 143-166.
  6. Fornaciari G., Giuffra V., Giusiani S., Fornaciari A., Vitiello A., Villari N., The “Medici Project”: first Anthropological and Paleopathological Results of the Exploration of the Medici Tombs in Florence (15th -18th Centuries), in Atti del Convegno “In onore di Camillo Golgi a 100 anni dal conferimento del premio Nobel”, Medicina Nei Secoli, vol. 19, n. 2, 2007, pp. 521-544.
  7. Bini M., Fabiani F., Fornaciari A., Ambiente e popolamento nella pianura costiera di Camaiore (LU).
    Primi risultati e prospettive di una ricerca geoarcheologica, Science and Technology for Cultural Heritage 16,  2007, pp.31-43.

2008

  1. Giuffra V., Naccarato G., Caramella D., Fornaciari A., Marvelli S., Fornaciari G., The rector of the hospital and his wife: two artificial mummies of the late 15th century from Siena (central Italy), VI World Congress on Mummy Studies, Lanzarote 19-24 February 2007, Santa Cruz de Tenerife 2008, pp. 529-536.
  2. Fornaciari A., Giuffra V., Marvelli S., Fornaciari G., The Blessed Christine from Spoleto: a case of 15th century artificial mummy from Umbria (central Italy), VI World Congress on Mummy Studies, Lanzarote 19-24 February 2007, Santa Cruz de Tenerife 2008, pp. 521-527.
  3. Fornaciari A., Giuffra V., Pezzini F., Momification y descarnacion en la Italia meridional de la Edad Moderna tardia, VI World Congress on Mummy Studies, Lanzarote 19-24 February 2007, Santa Cruz de Tenerife 2008, pp. 537-543.
  4. Fornaciari G., Giuffra V., Giusiani S., Fornaciari A., Marchesini M., Vitiello A., Autopsy and embalming of the Medici, Grand Dukes of Florence (16th-18th centuries), VI World Congress on Mummy Studies, Lanzarote 19-24 February 2007, Santa Cruz de Tenerife 2008, pp. 325-331.
  5. Ventura L., Urbani V., Arrizza L., Fornaciari A., Lo Gerfo L., Fornaciari G., Metastatic carcinoma in a skull from Savoca (Sicily), VI World Congress on Mummy Studies, Lanzarote 19-24 February 2007, Santa Cruz de Tenerife 2008, pp. 665-668.
  6. Fornaciari A., Colera in Toscana: il nemico invisibile, Archeologia Viva n. 127, Gennaio-Febbraio 2008, p. 7.
  7. Fornaciari A., La Riesumazione di Gian Gastone: note di archeologia funeraria, in Gian Gastone (1671-1737). Testimonianze e scoperte sull’ultimo Granduca de’ Medici, a cura di Monica Bietti, I Medici. Studi e Scoperte I, 2008, pp. 167-186.
  8. Fornaciari A., Giuffra V., Pezzini F., Processi di tanatometamorfosi: pratiche di scolatura dei corpi e mummificazione nel Regno delle Due Sicilie, Archeologia Postmedievale 11, 2007, pp. 11-49.
  9. Dadà M., Fornaciari A., Parodi L.,  Fosdinovo (MS). Interventi di archeologia preventiva nel centro storico, in Notiziario della Soprintendenza Archeologica della Toscana 3/2007, 2008 , pp. 31-40
  10. Fornaciari A., Bagni di Lucca (Lu). Benabbio, località Castello. Relazione preliminare della prima campagna di scavo, in Notiziario della Soprintendenza Archeologica della Toscana 3/2007, 2008, pp. 50-53.
  11. Dadà M., Fornaciari A., L’ospedale medievale di S. Giovanni a Pontremoli, in De Strata Francigena n. XVI/1 2008, pp. 53-68.

2009

  1. Fornaciari G., Giuffra V., Giusiani S., Fornaciari A., Villari N., Vitiello A., The “gout” of the Medici, Grand Dukes of Florence: a palaeopathological study, in Rheumatology 2009, 48: 375-377.
  2. Fornaciari A., Indagini archeologiche  al Castello di Benabbio in Val di Lima (anni 2007 e 2008),  in La Rocca di Villa Basilica. Archeologia e storia. Atti del convegno di Villa Basilica 30 Novembre 2008 a cura di G. Ciampoltrini e E. Romiti, I segni dell’Auser 7, Lucca 2009, pp. 93-110.
  3. Fornaciari A., La riesumazione di Pandolfo III Malatesti, in “ Redire 1427-2009 : Ritorno alla luce : Il restauro del Farsetto di Pandolfo III Malatesti [Back to the light. The restoration of the doublet of Pandolfo III Malatesta]” a cura di C. Kusch, P. Mignani, R. Pozzi.
  4. Fornaciari A., Per una nuova tipologia della maiolica di Montelupo (XV-XIX sec.), IX Congresso Internazionale sulla Ceramica Medievale nel Mediterraneo, Venezia 23-28 Novembre 2009, Abstract, p. 8.
  5. Fornaciari A., Bagni di Lucca (Lu). Benabbio, località Castello. Relazione preliminare della seconda campagna di scavo, in Notiziario della Soprintendenza Archeologica della Toscana 4/2008, 2009, pp. 20-26.
  6. Coschino F., Fornaciari A., Minozzi S., Vitiello A., Fornaciari G., (2009), “La gestione informatica del dato antropologico: dallo scavo al laboratorio. Archiviazione, gestione ed elaborazione dei dati”, in Evoluzione e Biodiversità umana: la Storia Naturale dell’uomo 200 anni dopo Darwin, Aracne ed.

2010

  1. Fornaciari A., Cignoni L., Fornaciari G., Students’ Participation in  an archaeoanthropology  course using a content and language integrated learning (CLIL) methodology, in INTED2010 (International Technology, Education and Development Conference) Valencia (Spain) on the 8th, 9th and 10th of March, 2010.
  2. Giuffra V., Vitiello A., Giusiani S., Fornaciari A., Villari N. and Fornaciari G., Spinal Pathology in the Medci Family, Grand Dukes of Florence (XVI-XVII centuries), Paleopathology Newsletter, num. 150, pp. 29-33, 2010.
  3. Bini M., Fornaciari A., Ribolini A., Bianchi A., Sartini S., Coschino F., Medieval phases of  settlements in the Benabbio Castle, Apennine Mountains, Italy: evidences by ground penetrating radar survey, Journal of Archaeological Science, pp.
  4. Fornaciari A., La maiolica di Montelupo: un indicatore di status socio-economico?, in Gelichi S., Baldassarri M. (a cura di), Pensare/Classificare. Studi e ricerche sulla ceramica medievale per Graziella Berti,  Ricerche di Archeologia Altomedievale e medievale, 37, Firenze 2010, pp. 111-126.
  5. Degl’Innocenti E., Fornaciari A., La ceramica, in Cantini F., Archeologia dei manufatti stradali tra Medioevo ed Età Contemporanea: lo scavo in località Ponte a Elsa (San Miniato, PI), in Peccioli e la Valdera dal Medioevo all’Ottocento. Itinerari archeologici tra Pisa e Volterra, Atti del Convegno di Peccioli, 18 aprile 2009 , Pisa 2010, pp.  97-110.
  6. Coschino F., Fornaciari A., Minozzi S., Computer models and applications for the management of anthropological data, JJASS, 88, 2010.
  7. Fornaciari A., Le maioliche postmedievali (MPM), in M. Baldassarri, a cura di, Archeologia di
    una città mediterranea: le ricerche nell'area di S.Cristina in Pisa (VIII-XIX sec.)
    , Pisa 2010, c.s.
  8. Fornaciari A., Giuffra V., Pezzini F., Secondary burial and mummification practices in the Kingdom of the Two Sicilies,  Mortality, 15: 3, 2010, pp. 223-249.
  9. Fornaciari A., Coschino F., Farnocchia A., Sparavelli M., Bagni di Lucca (LU). Benabbio, località Castello: relazione preliminare della terza campagna di scavo (luglio-agosto 2009), in Notiziario della Soprintendenza Archeologica della Toscana 5/2009, 2010 (c.s.).
  10. Fedeli L., Degl’Innocenti E., Fornaciari A., Incisa in Val d’Arno, località Castello: saggio stratigrafico nel settore sud occidentale del castello, in Notiziario della Soprintendenza Archeologica della Toscana 5/2009, 2010, pp. 275-279.
  11. Dadà M., Fornaciari A., Parodi L., Camposanto vecchio e Piazza Matteotti: dagli scavi archeologici la storia di Fosdinovo, in Dadà M., a cura di, Guida di Fosdinovo. Cultura, storia e natura di un angolo di Toscana tra Alpi Apuane e mare, La Spezia 2010, pp. 105-109.
  12. Fornaciari G., Fornaciari A., Le tombe monumentali medievali e postmedievali, in M.G..Belcastro e J. Ortalli, a cura di,  Sepolture Anomale. Indagini archeologiche e antropologiche dall’epoca classica al Medioevo in Emilia Romagna. Giornata di Studi, Castefranco emilia, 19 dicembre 2009. Quaderni di Archeologia dell’Emilia Romagna, 28, 2010, pp. 55-66.
Recensioni
  1. Larsen C.S., Skeletons in our closet: revealing our past through bioarchaeology, Princeton University Press 2000. In Archeologia Postmedievale 5, 2001, pp. 343-344.
  2. AA.VV., Tuberculosis: Past and Present, a cura di György Palfi, Olivier Dutour, Judith Deak, Imre Hutas. Tuberculosis Foundation 1999. In Archeologia Postmedievale 6, 2002, pp. 247-249
  3. Giusberti F., Piro F., Sabbatani S., Acqua, ricchezza e salute: il colera a Bologna nel XIX secolo. Bologna 1999. In Archeologia Postmedievale 6, 2002, pp. 245-246.
  4. Aufderheide A. C., The Scientific Study of Mummies, Cambridge University Press 2003. In Archeologia Postmedievale 6, 2002, pp. 243-245.
  5. T. Anderson, S. O’Connor & A.R. Ogden,  An early eighteenth-century denture from Rochester, Kent, England – in “Antiquity”, Dicembre 2004, pp. 858-864. In Archeologia Postmedievale 8, 2004, pp. 239-240.
  6. Canci A., Minozzi S., Archeologia dei resti umani – dallo scavo al laboratorio, Roma  Carocci 2005. In Archeologia Postmedievale 9, 2005, pp.
  7. Roberts C., Cox M., Healt & Disease in Britain – From Prehistory to the Present Day,
    Sutton Publishing 2003, In Archeologia Postmedievale 11, 2007, pp. 374-375.