Gino Fornaciari


Ruoli nella Divisione

  • Fondatore della Divisione di Paleopatologia
  • Responsabile scientifico
  • Docente del Corso di Perfezionamento sullo Studio delle Mummie
  • Docente del Master in Antropologia Scheletrica, Forense e Paleopatologia
  • Docente del Master in Antropologia Scheletrica, Forense e Paleopatologia,
  • Docente della Field School Pozzeveri in Medieval Archaeology Bioarchaeology
  • Docente della Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology

Docente del Master in Antropologia Scheletrica, Forense e Paleopatologia


Visita il profilo del prof. Gino Fornaciari su ORCID scansionando il codice QR

Vai alla pagina personale del prof. Fornaciari su Unimap

Curriculum breve
Nato a Viareggio nel 1945, Gino Fornaciari si è laureato nel 1971 in Medicina e Chirurgia, con lode, all’Università di Pisa. Nell’Istituto di Anatomia Patologica dell’Ateneo pisano è entrato come studente interno nel 1969, dove ha iniziato e completato la propria carriera accademica: assistente incaricato, assistente ordinario, professore associato di Anatomia Patologica e professore ordinario di Storia della Medicina fino all’ottobre 2015, data del suo collocamento a riposo. Gino Fornaciari ha ricoperto anche le cariche di direttore del Museo di Anatomia Patologica e di coordinatore del Polo Museale storico del Sistema Museale d’Ateneo. Attualmente è titolare degli insegnamenti di Paleopatologia e di Archeologia Funeraria.
Gino Fornaciari è stato fra i fondatori della moderna Paleopatologia, insieme ai paleopatologi americani Arthur C. Aufderheide, Marvin Allison ed Enrique Gerstzen, all’italiano Antonio Ascenzi e allo storico della medicina Mirko D. Grmek, dell’École des Hautes Études di Parigi.
Oltre alla Paleopatologia in generale, si è dedicato allo studio delle mummie e alla ricerca di antichi agenti batterici e virali. Di grande importanza scientifica fu nel 1986 la scoperta del virus del vaiolo umano in un corpo mummificato del XVI secolo e nel 1989 di treponemi sifilitici della stessa epoca; nel 1992, individuò per primo in una mummia Inca del XIV secolo, il protozoo parassita Trypanosoma cruzi, agente eziologico della malattia di Chagas. Nel 2003 ha amplificato e sequenziato, per la prima volta in una mummia, il virus del papilloma umano (HPV) e nel 2015, in collaborazione con il Center for Applications in Biotechnology della California Polytechnic State University, ha dimostrato la presenza di resistenza agli antibiotici in una mummia precolombiana di oltre 1000 anni fa.
Nel 1996 dimostrò la mutazione dell’oncogene K-RAS  nel tumore che uccise il re di Napoli Ferrante I di Aragona nel 1494, scoperta che costituisce tuttora un vero e proprio unicum in Paleopatologia.
L’11 novembre 2006 ha tenuto, presso il Cosmos Club di Washington DC,  la prestigiosa “Stowell Lecture”, sotto l’egida dell’Armed Forces Institute of Pathology (AFIP), e nel 2013 le riviste Smithsonian Magazine di Washington, e Science hanno dedicato lunghi editoriali e la copertina all’attività di ricerca ed alle scoperte del professor Fornaciari e del suo gruppo di studio.
Gino Fornaciari ha istituito a Pisa nel 1994 il primo Corso di Perfezionamento in Paleopatologia in Italia e nel 2004 ha fondato e diretto la Divisione di Paleopatologia dell’Ateneo pisano.
A partire dal 2009, insieme alle Università di Bologna e di Milano, ha organizzato il primo Master in Italia in Bioarcheologia, Paleopatologia ed Antropologia Forense.
Dal 2011 al 2015 è stato co-Direttore, insieme all’antropologo Clark Spencer Larsen della Ohio State University, della Field School Pozzeveri in Medieval Archaeology and Bioarchaeology e, dal 2014 al 2015, Direttore della Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology, entrambe scuole internazionali per studenti e dottorandi italiani e stranieri.
Gino Fornaciari ha diretto negli anni ’80 l’esplorazione e lo studio delle mummie delle tombe aragonesi nella basilica di San Domenico Maggiore in Napoli (secoli XV e XVI) ed è stato, negli anni 2004-2008, direttore scientifico del “Progetto Medici”, che ha visto l’esplorazione delle tombe nelle Cappelle Medicee della Basilica di S. Lorenzo a Firenze e lo studio paleopatologico completo della celebre famiglia fiorentina.
Infine, Gino Fornaciari ha condotto numerose missioni scientifiche in Italia e all’estero (Egitto, Messico) ed è autore di oltre 600 lavori, prevalentemente su riviste internazionali.
Nel 2016 il Senato accademico dell’Università di Pisa ha insignito il professor Gino Fornaciari dell’Ordine del Cherubino.

Posizioni attuali:
-Professore di Paleopatologia, Corso di Laurea magistrale in Archeologia e triennale in Scienze Naturali ed Ambientali, Università di Pisa
-Professore di Archeologia Funeraria, Corso di Laurea triennale in Scienze dei Beni Culturali, Università di Pisa
-Responsabile scientifico della Divisione di Paleopatologia, Università di Pisa
-co-Direttore della Field School Pozzeveri in Medieval Archaeology and Bioarchaeology, una scuola internazionale con 35 studenti, specializzandi e dottorandi americani e 10 istruttori italiani ed americani
-Docenze: Master di I Livello in Bioarcheologia, Paleopatologia ed Antropologia Forense, Università di Bologna, Milano e Pisa; Scuola di Dottorato in Scienze dell’Antichità, Università di Pisa; Field School Pozzeveri in Medieval Archaeology and Bioarchaeology, Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology e Corso di Perfezionamento sullo Studio delle Mummie, Università di Pisa

Posizioni precedenti:
-2002-2015 Professore Ordinario di Storia della Medicina, Università di Pisa
-2014-2015 Direttore della Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology, una Scuola internazionale di Bioarcheologia con 12 studenti
-2012-2015 Coordinatore del III Polo Museale Storico, Università di Pisa
-2002-2015 Direttore, Museo di Anatomia Patologica, Università di Pisa
-2008-2015 Direttore, Divisione di Paleopatologia, Università di Pisa
-2008-2013 Vice-Direttore Divisione di Anatomia Patologica e Diagnostica Molecolare ed Ultrastrutturale, Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana
-1992-2015 Dirigente Medico di I° Livello, Divisione di Anatomia Patologica e Diagnostica Molecolare ed Ultrastrutturale, Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana
-1992-2002 Professore Associato di Anatomia e Istologia Patologica,Università di Pisa
-1993-1999 Direttore, Corso di Perfezionamento in Paleopatologia, Università di Pisa
-1971-1973 Assistente, Istituto di Anatomia Patologica, Università di Pisa
-1992-1996 Aiuto, Istituto di Anatomia Patologica, Università di Pisa
-1984-1991 Professore a contratto di Paleopatologia

Incarichi attuali:
-Presidente del Guppo Italiano di Paleopatologia, nella Società Italiana di Anatomia Patologica e Citologia
-Consiglio Direttivo della Sezione di Storia della Tanatologia dell’Istituto Storico Lucchese;
-Consiglio Scientifico dell’Associazione per la Diffusione della Cultura Scientifica e Tecnologica “La Limonaia”, Pisa;

Società Scientifiche:
-Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria (socio onorario)
-Accademia dei Sepolti (socio corrispondente)
-Associazione Antropologica Italiana
-British Association of Biological Anthropology and Osteoarchaeology
-Istituto Italiano di Paleontologia Umana
-Istituto Storico Lucchese
-Paleopathology Association
-Paleopathology Club
-Sezioni di Storia della Medicina e di Storia della Tanatologia, Istituto Storico Lucchese (socio onorario)
-Società Toscana di Scienze Naturali
-Società Boema di Storia delle Scienze (socio onorario)
-Società Italiana di Storia della Medicina
-Società degli Archeologi Medievisti Italiani
-Società Italiana di Anatomia Patologica e Citologia Diagnostica
-Società Italiana di Antropologia ed Etnologia

Associate editor:
-International Journal of Paleopathology

Editorial Board per le Riviste:
-Acta Medico-Historica Adriatica, Croatia
-Archeologia Postmedievale
-Archeologia Viva
-Archivio per l’Antropologia e la Etnologia
-Journal of Paleopathology
-Medicina nei Secoli
-Paralleli e Meridiani
-Rivista di Storia della Tanatologia
-Romanian Journal of Legal Medicine, Romania

Premi scientifici:
-Radiological Society of North America
-Sociedad Iberoamericana de Endoscopia Ginecologica e Imagenes
-Associazione Antropologica Italiana, 2009
-Società Italiana di Radiologia Medica, 2010

Onorificenze:
Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana, 1982


Giulia Riccomi


Ruoli nella Divisione

  • Cultore della Materia
  • Laurea Magistrale in Archeologia
  • Tutor della Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology
  • Dottorato in Archeologia (Curriculum paleopatologico)

Docente del Master in Antropologia Scheletrica, Forense e Paleopatologia


Researcher unique identifier(s):ORCID 0000-0002-3048-0493
URL for web site: https://www.paleopatologia.it; https://www.map.sma.unipi.it
For all the publications see the research archive of UNIPI: IRIS-ARPI https://arpi.unipi.it/cris/rp/rp43952

CURRENT POSITION: Post-doctoral Fellow

RESEARCH TOPICS
Bioarchaeology, palaeopathology, stable isotope analysis, archaeological science, history of medicine, conservation and musealisation of ancient human skeletal specimens, funerary archaeology.

CURRENT POSITIONS
Dec. 2020-Dec. 2021   Post-doctoral Fellow (contract n°109078). Division of Paleopathology, Department of Translational Research and New Technologies in Medicine and Surgery, University of Pisa, Italy
Nov. 2019-present: “Cultore della Materia” (Subject Expert and Examiner) in History of Medicine (S.S.D. MED-02), Division of Paleopathology, University of Pisa, Italy

PREVIOUS POSITION
Nov. 2019-Ott. 2020: Post-doctoral Fellow (contract n°16651). Division of Paleopathology, Department of Translational Research and New Technologies in Medicine and Surgery University of Pisa, Italy

EDUCATION
Oct. 2016-Oct. 2019: PhD in Classical Studies and Archaeology summa cum laude and Doctor Europaeus certification, University of Pisa (Italy).
Advisor: Prof. Valentina Giuffra
Feb. 2015-May 2016: Post Graduate Specialisation in “Bioarchaeology, Paleopathology and Forensic Anthropology” University of Bologna, Pisa and Milano (Italy).
Oct. 2010-Nov. 2013: MSc in Archaeology summa cum laude, University of Pisa (Italy) –
Supervisor: Prof. Gino Fornaciari,
Co-supervisor: Dr. Simona Minozzi
Sep. 2005-Sep. 2010: BA in History summa cum laude, University of Pisa (Italy) –
Supervisor: Prof. Marco Milanese,
Co-supervisor: Dr. Federico Cantini

TRAININGSHIP
Sep. 2019: Visiting Scholar for training in stable isotope analysis –
Dept. of Anthropology,
University of California, Berkeley (CA, USA)
Sep. 2018-Nov. 2018: Visiting Scholar for training in stable isotope analysis –
Dept. of Archaeology, Max Planck Institute for the Science of Human History, Jena (Germany)
Dec. 2013-Jan. 2015: Conservation and musealization of Medieval and post-Medieval osteoarchaeological specimens, Division of Paleopathology (University of Pisa)

FELLOWSHIP AND AWARDS
Jun. 2018-Jun. 2020    Team Member of the Progetto di Ricerca di Ateneo (PRA) 2018-2019 (PI Prof. Valentina Giuffra) entitled ”On the antiquity of cancer: the contribution of paleopathology to the study of ancient tumours” (University of Pisa, Italy), € 48.500
Oct. 2016-Oct. 2019    PhD Scholarship from the University of Pisa (Italy) for 3-years Doctoral program in Classical Studies and Archaeology: € 46.000 (gross amount)
Mar. 2016     Award of the Degree “Luigi Brian” for MSc Thesis, Accademia Ligure di Scienze e Lettere (Genova, Italy), € 1000

SUPERVISION OF GRADUATE STUDENTS
Sep. 2017-present   Five (5) Master students in Archaeology, Division of Paleopathology, University of Pisa (Italy).
TEACHING ACTIVITIES
Sep. 2016-present   Lecturer, Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology, University of Pisa (Italy);
May 2019 Lecturer, Master I Livello Antropologia scheletrica, forense e paleopatologia, University of Bologna, Pisa and Milano (Italy).

ORGANISATION OF SCIENTIFIC MEETING
May 2017     Organizing Committee Member, III Meeting GiPaleo, Pisa (Italy)

PUBLICATIONS

Books
2020 Bioarchaeology and dietary reconstruction across Late Antiquity and the Middle Ages in central Italy: the contribution of ancient Tuscany. Oxford, UK: Archaeopress (under contract)

Peer reviewed journals

2020 Tulumello G., Falduto M., Verboso IG., Genga A., Mastronuzzi G., Riccomi G. 2020. A possible case of paleopathology of leukaemia from Late Antique southern Italy. The Lancet Oncology 21(12), pp. 1561-1562

Gaeta R., Minozzi S., Fornaciari A., Giuffra V., Riccomi G., Lubritto C., Fornaciari G. 2020. Exhumation and anthropological study of the skeletal remains attributed to Liutprand, King of the Longobards (690 ca AD-744 AD). Medicina Historica 4(2)e2020008;

Riccomi G., Minozzi S., Cantini F., Zech J., Giuffra V., Roberts P. 2020. Stable Isotope reconstruction of dietary changes across Late Antiquity and the Middle Ages in central Italy 33 102546. DOI:10.1016/j.jasrep.2020.102546.

2019   Giuffra V., Minozzi S., Riccomi G., Naccarato G., Castagna M., Lencioni R., Chericoni S., Mongelli V., Felici C. 2019. Multiple osteomata from medieval Tuscany (ca. 10th-12th AD). International Journal of Paleopathology 25: 56–61

Riccomi G., Fornaciari G, Giuffra V. 2019. Multiple Myeloma in Antiquity: a Critical Review. International Journal of Paleopathology 24: 201-212
2018 Tulumello G., Riccomi G., Minozzi S, Longo S., Longo M., Giuffra V. 2018. Linear cutting trepanation in Italy: a unique case from Hellenistic Sicily. World Neurosurgery 116:116-120
Cameriere R., Bestetti F., Velandia L., Riccomi G., Skrami E., Parente V., Ferrante L. 2018. Carpals and epiphyses of radius and ulna as age indicators using longitudinal data: a Bayesian approach. International Journal of Legal Medicine; https://doi.org/10.1007/s00414-018-1807-7
Riccomi G. and Giuffra V. 2018. First portrait of a syphilitic patient: Ulrich von Hutten. The American Journal of Medicine; https://doi.org/10.1016/j.amjmed.2017.12.047

Riccomi G., Fornaciari G., Minozzi S., Aringhieri G., Giuffra V. 2018. On the antiquity of bone tumours: a rare case of osteoblastoma from Medieval Tuscany. The Lancet Oncology 19(1):26

2017 Riccomi G., Minozzi S., Pantano W., Catalano P., Aringhieri G., Giuffra V. 2017. Paleopathological evidence of paranasal lesions: Two cases of frontal sinus osteoma from Imperial Rome, International Journal of Paleopathology (20), 60-64

Riccomi G., Fornaciari G., Angelica V., Bini A., Caramella D., Giuffra V. 2017. Trepanation to treat a head wound: a case of neurosurgery from 13th century Tuscany. World Neurosurgery 104:9-13

Riccomi G., Fornaciari G., Vitiello A., Caramella D., Giuffra V. 2017. A case of therapeutic trepanation from 13th century Tuscany. Pathologica, 109, pp. 435

2016 De Luca S., Aguilar L., Rivera M., Palacio LA., Riccomi G., Bestetti F., Cameriere R. 2016. Accuracy of cut-off value by measurement of third molar index: Study of a Colombian sample, Forensic Science International, 261, 160.e1-160.e5.

2015 Minozzi S., Riccomi G., Lubritto C., Ricci P., Fornaciari G. 2015. Dentoalveolar diseases and dietary habits in the social upper classes of the Italian Renaissance: the Guinigi family from Lucca. Pathologica, 107, pp. 212-213

International Peer-Reviewed Conference Proceedings (with oral or poster presentations)

2020   Monaco M., Riccomi G., Tripodi P., Aringhieri G., Bombardieri L. 2020. Skeletal trauma or post-mortem damage? Exploring the role of taphonomy in a prehistoric skull from Erimi Laonin tou Porakou (Cyprus) 26th European Association of Archaeologists (EAA)- Virtual edition, Budapest (Hungary), 26-30/08/2020;

2019   Gaeta R., Minozi S., Fornaciari A., Giuffra V., Riccomi G., Fornaciari G. 2019. Exhumation and anthropological study of the skeletal remains attributed to Liutprand, King of the Longobards (690 ca AD-744 AD). Virchows Archiv 475(1), 31st European Society of Pathology, Nice (France), 7-11/09/2019;

2018   Tulumello G., Riccomi G., Minozzi S., Giuffra V. Linear cutting trepanation in Italy: A unique case from Hellenistic Sicily (3rd century BC), Proceedings of the 22nd PPA European Congress, Zagreb (Croatia), 28/08-1/09/2018
Giuffra V., Riccomi G., Fornaciari G. Trepanation in Italy: A review of the literature and a new case, Proceedings of the 22nd PPA European Congress, Zagreb (Croatia), 28/08-1/09/2018

2017 Riccomi G., Fornaciari G., Minozzi S., Aringhieri G., Giuffra V. On the antiquity of bone tumours: a rare case of osteoblastoma from Medieval Tuscany, Proceedings of the 14th Congreso Nacional and International de Paleopatologia, University of Alicante (Spain); 8/11-11/11/2017

Minozzi S., Riccomi G. 2017. Porotic Hyperostosis as stress indicator: the state of the art, StressedOut Conference, UCL Institute of Archaeology, London (UK), 19-20/05/2017

National Peer-Reviewed Conference Proceedings (with oral or poster presentations)

2019   Fornaciari A., Minozzi S., Riccomi G., Giuffra V. Il Museo di Anatomia Patologica dell’Università di Pisa: i preparati otorinolaringoiatrici. Proceedings of the 8th Giornata di Museologia Medica 2019, Società Italiana di Storia della Medicina, Varese (Italy)
Giuffra V., Riccomi G., Minozzi S., Saviano G., Caramella D., Felici C. Un caso di osteoartropatia ipertrofica secondaria dalla Toscana medievale, Proceedings of the 52nd meeting SISM, Monza (Italy), 12-14/06/2019
Riccomi G., Fornaciari G., Giuffra V. Il mieloma multiplo in paleopatologia, Proceedings of the 52nd meeting SISM, Monza (Italy), 12-14/06/2019
Gaeta R., Minozzi S., Fornaciari A., Giuffra V., Riccomi G., Fornaciari G. Riesumazione e studio antropologico dei resti scheletrici attribuiti a Liutprando, Re dei Longobardi (690-744), Proceedings of the 5th Meeting GIPaleo, Forlì (Italy), 18/05/2019

2018 Giuffra V., Naccarato G., Castagna M., Lencioni R., Chericoni S., Mongelli V., Riccomi G., Campana S. Multiple osteomas in a skeleton from the Medieval necropolis of Pava (Tuscany, 10th-12th centuries), Proceedings of the 4th Meeting GIPaleo, L’Aquila (Italy), 27/10/2018

2017 Riccomi G., Minozzi S., Catalano P., Caramella D., Giuffra V. Due casi di osteoma del seno frontale dalla necropoli romana di Collatina di età imperiale (I-III d.C.), Proceedings of the 22th AAI Congress, Roma, 7/09/2017

Riccomi G., Fornaciari G., Angelica V., Bini A., Caramella D., Giuffra V. Trapanazione a scopo terapeutico: un caso medievale dalla Toscana, Proceedings of the 22th AAI Congress, Roma, 6/09/2017

Minozzi S., Riccomi G., Fornaciari G. Affezioni dentoalveolari e abitudini alimentari dei nobili del Rinascimento italiano: la famiglia Guinigi di Lucca, Proceedings of the 22th AAI Congress, Roma, 6/09/2017

Riccomi G., Fornaciari G., Angelica V., Bini A., Caramella D., Giuffra V. A case of therapeutic trepanation from 13th century Tuscany,. Proceedings of the 3rd Meeting GIPaleo, Pisa, 12/05/2017.
2015 Minozzi S., Riccomi G., Lubritto C., Ricci P., Fornaciari G. 2015. Dentoalveolar diseases and dietary habits in the social upper classes of the Italian Renaissance: the Guinigi family from Lucca, Proceedings of the 2nd National Meeting of GIPaleo, L’Aquila, 31/10/2015.
Newsletter

2020 Riccomi G., Minozzi S., Giuffra V. 2020. A Report from the 2020 Online Edition of the “Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology” – University of Pisa (Italy). Paleopathology Newsletter, 19, pp. 5-6;
Riccomi G. 2020. Life conditions between Late Antiquity and the Middle Ages in Tuscany (central Italy) through the analysis of skeletal and dental stress markers: a bioarchaeological approach. Summary of PhD project listed in BABAO 2019 Annual Review.

Workshop and Courses

2020   Virtual Workshop “Puberty and adolescence in bioarchaeology”, University of Reading (UK), 14/07-17/07/2020;
Winter School “R for archaeologists”, Dept. of Civilisations and Forms of Knowledge, University of Pisa (Italy), 27/01-7/02/2020;
2019   Statistics Intermediate Course (STATA programme), Dept. of Economy and Management, University of Pisa (Italy), 7/05-2/7/2019;
2018 Workshop Isotope Research in Archaeology,
Max Planck Institute for the Science of Human History, Jena (Germany), 17-18/09/2018.
IRMS User Meeting ThermoFisher Scientific
Institute of Geosciences and Earth Resources (IGG-CNR), Pisa (Italy), 19-20/04/2018.
2017 Short Course in Statistical Analysis in Bioarchaelogy BioStat (Scuola Alta Formazione Statistica), Uni Astiss (Polo Universitario Asti Studi Superiori), Division of Paleopathology (University of Pisa, Italy) 29-31/05/2017.
2015   Workshop AgEstimation Project
Amamel and University of Macerata, Macerata (Italy), 5-6/06/2015.

RESEARCH EXPERIENCE

Bioarchaeology Studies

2020   Human skeletal remains from the Etruscan necropolis of Le Colombaie (Volterra, Italy)
2019- present Human skeletal remains from the Protohistoric necropolises of Pontecagnano (Salerno, Italy)

2016-present Human osteological collections from Late Antique and Medieval Tuscany (Italy)

2014-2016    Human skeletal remains of the Guinigi Chapel (14th -17th centuries AD)   (Lucca, Italy)

2014   Cremated human remains from the Bronze Age necropolis of Gennicciola (Massa, Italy)

2011-2013    Human skeletal remains from the ossuary of the Guinigi Chapel (14th-17th centuries AD) (Lucca, Italy)

Field experience

2019 Participation to the exhumation and study of Saint Atto’s mummy (Pistoia, Italy)

Participation to the anthropological and paleopathological investigation on human skeletal remains of Carlo III Borbone (Viareggio, Italy)

2018   Participation to the anthropological and paleopathological investigation on human skeletal remains of Liutprando (Pavia, Italy)

2015 5th Bioarchaelogical excavation campaign at the Medieval monastery’s cemetery of Badia Pozzeveri (Lucca, Italy)

2014   4th Archaeological excavation campaign at Bronze Age incineration necropolis of Parrana San Martino (Livorno, Italy)

2nd Bioarchaelogical excavation campaign at Ex-Salesiani Convent (Pisa, Italy)

2013 Participation to the “Medici Project” investigating the burials of Gianfrancesco Maria de’ Medici (1619-1689) and Antonfrancesco Maria de’ Medici (1618-1659) (Florence, Italy)

2012 1st Bioarchaelogical excavation campaign at Ex-Salesiani Convent (Pisa, Italy)

2011 2nd Archaelogical survey at San Miniato (Pisa, Italy)

11th Archaeological excavation campaign at the Medieval site of San Genesio (Pisa, Italy)

5th Archaeological excavation campaign at the Medieval castle of Benabbio (Lucca, Italy)

DEPARTMENTAL TALKS
2020   Convegno online di chiusura del Progetto PRA 2018-2019 “Sull’antichità del cancro: il contributo della paleopatologia allo studio dei tumori antichi”, “Il mieloma multiplo in paleopatologia” 4/12/2020
2019   Annual Doctoral Meeting “La città fra realtà e rappresentazione”, Condizioni di vita e di salute tra Tarda Antichità e Medioevo in Toscana: indicatori di stress e analisi paleonutrizionale, 14/02/2019, Firenze (Italy)
2018   Departmental talk, Dept. of Archaeology, Max Planck Institute for the Science of Human History, Life and health conditions between Late Antiquity and the Middle Ages in Tuscany (Italy), 26/11/2018, Jena (Germany)

2017   Annual Doctoral Meeting, “Giochi di Memoria fra spazio e tempo”, Condizioni di vita e di salute tra Tarda Antichità e Medioevo in Toscana attraverso lo studio degli indicatori scheletrici di stress nutrizionale e di malattia nei resti scheletrici umani: profilo paleodemografico, 8-9/02/2018, Pisa (Italy)

Conference Series La patologia odontostomatologica dei Guinigi ed una rara protesi dentaria lucchese del XVI-XVII secolo, 10/05/2017 Museo di Storia Naturale, Calci (Italy)

PUBLIC OUTREACH
2017-present   Staff Member of the Pathological Anatomy Museum, University of Pisa (Italy) https://www.map.sma.unipi.it

MEDIA COVERAGE
2018   Il più antico tumore osseo trovato in uno scheletro di mille anni, La Repubblica, 9/04/2018, retrieved from https://www.repubblica.it/scienze/2018/04/09/news/in_uno_scheletro_di_mille_anni_il_piu_antico_tumore_osseo-193394517/

Bioarcheologia. Superquark, aired on 25/07/2018, retrieved from https://www.raiplay.it/video/2018/07/Bioarcheologia-25072018-e1a1a0a6-9e18-4c3b-9cbe-979b402bcdec.html

MEMBERSHIP
2016-present PPA (Paleopathology Association)

2016-present BABAO (British Association for Bioarchaelogy and Osteoarchaeology)

2015-present   GIPaleo (Italian Group of Paleopathology)

2015-present AAI (Italian Anthropological Association)

2015-present AgEstimation Project Research Group (University of Macerata)


Francesco Coschino


Ruoli nella Divisione

  • Membro interno della Divisione
  • Responsabile per la documentazione e l’informatica
  • Dottorato in Archeologia
  • Specializzazione in Archeologia
  • Laurea Magistrale in Archeologia
  • Docente del Corso di Perfezionamento sullo Studio delle Mummie
  • Docente del Master in Antropologia Scheletrica, Forense e Paleopatologia
  • Docente della Field School Pozzeveri in Medieval Archaeology Bioarchaeology
  • Docente della Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology

Docente del Master in Antropologia Scheletrica, Forense e Paleopatologia


Archeologo appartenente alla 1° fascia negli elenchi nazionali dei professionisti competenti a eseguire interventi sui beni culturali con abilitazione alla verifica preventiva dell’interesse archeologico (D.M. 244 del 20 maggio 2019)

TITOLI:

  • Dottore di ricerca (PhD) in Scienze dell’Antichità e Archeologia
  • Dottore specialista (MPhil) in Archeologia tardo-antica e medievale
  • Dottore magistrale (MSc) in Archeologia

INCARICHI:

  • Archeologo, paleopatologo
  • Responsabile della documentazione e dell’informatica della Divisione di Paleopatologia – Università di Pisa

BREVE CURRICULUM STUDIORUM:

  • 2020: Dottorato di Ricerca in Scienze dell’Antichità e Archeologia, XXXII ciclo – diploma conseguito presso l’Università di Pisa, con un progetto di tesi dal titolo “Applicazioni informatiche per la gestione degli archivi archeologici e bioarcheologici. Sviluppo di standard documentativi e di una piattaforma multimediale di raccolta ed elaborazione dei dati di scavo e laboratorio.”, relatrice: prof.ssa Valentina Giufffra, controrelatori: prof. Marco Milanese, prof. Marco Valenti. Votazione: Ottimo con lode.
  • 2013: Corsi di formazione sull’utilizzo di PostGIS e WebGIS Open Source presso Faunalia (Pi)
  • 2012: Diploma di Specializzazione in Beni Archeologici – Indirizzo Tardo Antico e Medievale conseguita presso l’Università di Pisa, con un progetto di tesi dal titolo “Il castello di Benabbio. Progetto per la realizzazione di un apparato documentativo metodologico applicabile ad uno scavo archeoantropologico medievale”, relatore: prof. Marco Milanese. Votazione: 110/110 e Lode.
  • 2012: Cultore della materia in Archeologia Funeraria (BIO/08) presso l’Università di Pisa
  • 2011: Borsista di ricerca in materia di “Elaborazioni informatiche legate ad eventi espositivi in Archeologia”
  • 2010: Vincitore del premio Carla Signoretti per la sessione di Paleoantropologia e Biologia scheletrica all’interno del Congresso dell’Associazione Antropologica Italiana del 2009.
  • 2009: Laurea Magistrale in Conservazione dei Beni Culturali, indirizzo Archeologico conseguita presso l’Università degli studi di Pisa, con una tesi sull’applicazione informatica di una scheda antropologica con referenzializzazione GIS dal titolo: “La Gestione Informatica del dato Antropologico. Elaborazione di un software di archiviazione delle informazioni ricavate dai resti umani in archeologia”, relatore: prof. Gino Fornaciari, correlatore: dott.ssa Simona Minozzi. Votazione: 110/110 e Lode.
  • 2008: Master di GIS sostenuto presso l’associazione GisLand – Firenze.
  • 1999: Maturità classica.

APPARTENENZE ACCADEMICHE E ASSOCIATIVE

  • Membro attivo della Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria – Centro interregionale per la documentazione archivistica e bibliografica in campo biomedico
  • Socio fondatore e presidente di IRLAB – Institute for Reserach and Learning in Archaeology and Bioarchaeology
  • Membro della SAMI (Società degli Archeologi Medievisti Italiani).

COMPETENZE PROFESSIONALI:

  • Attività di docenza in lingua italiana e inglese di discipline archeologiche, biarcheologiche, storico-umanistiche e informatiche applicate ai beni culturali.
  • Gestione e supervisione di uno scavo archeologico e antropologico
  • Gestione e supervisione dello studio di materiali archeologici e scheletrici in laboratorio
  • Capacità di creazione e gestione degli apparati documentari ed archivistici di scavo
  • Capacità di utilizzo della strumentazione ottica ed elettronica per il rilievo delle evidenze archeo-antropologiche

PRINCIPALI ESPERIENZE DI RICOGNIZIONI E SCAVI ARCHEOLOGICI E BIOARCHEOLOGICI:

  • 2021: Contratto di collaborazione con l’Università di Pisa – Dipartimento di Ricerca Traslazionale e delle Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia in materia di “Acquisizione di modelli 3D di reperti scheletrici umani normali e patologici” – Prot.: 0014552/2021 del 16/09/2021
  • 2021: Verifica preventiva dell’interesse archeologico (VIArch) in funzione di interventi di stabilizzazione della sede viaria in tre punti dissestati della SP29 Colligiana in comune di Massa e Cozzile (ex artt. 95-96 del d. legisl. 12 apr. 2006 nr. 163).
  • 2020 – presente: responsabile antropologico degli scavi archeologici e bioarcheologici di Venturina (LI), località Caldana/Pulledraia e Mausoleo e Baratti (LI) in collaborazione con Trust Sostratos. Supervisione: dott. A. Camilli.
  • 2019: Verifica preventiva dell’interesse archeologico (VIArch) in funzione della realizzazione di un edificio Scolastico con annessi funzionali presso il Comune di Altopascio (ex artt. 95-96 del d. legisl. 12 apr. 2006 nr. 163).
  • 2018 – presente: co-direttore della scuola di alta formazione per CRM “Advanced Field Experience in Bioarchaeology”, Columbus, Ohio.
  • 2018: Verifica preventiva dell’interesse archeologico (VIArch) in funzione della realizzazione della Scuola Primaria in frazione Badia Pozzeveri su committenza del Comune di Altopascio (ex artt. 95-96 del d. legisl. 12 apr. 2006 nr. 163).
  • 2017 – presente: co-direttore dello scavo bioarcheologico presso l’Harrison Cemetery nella Contea di Pickaway, Columbus, Ohio, in collaborazione con il Department of Anthropology, The Ohio State university (USA)
  • 2011 – presente: responsabile e istruttore (Lecturer and Instructor) all’interno dello scavo archeoantropologico di Badia Pozzeveri (Lu). Direttori dello scavo: prof. Gino Fornaciari (Università di Pisa) e Clark Spencer Larsen (Ohio State Univerity, USA).
  • 2012 – 2013: attività di scavo e documentazione nel cantiere archeologico di Calenzano, zona stazione (Fi). Supervisione: dott.ssa G. Poggesi.
  • 2008 – 2013: responsabile dell’antropologia e della gestione informatica dello scavo di Benabbio, responsabile dell’Area 1000.
  • 2011 – 2012: scavo e consulenza archeologica ed antropologica presso lo scavo agli ex-laboratori Gentili (Pi). Supervisione: dott. A. Camilli.
  • 2011 – 2012: attività di supervisione archeologica ai lavori di scavo civile per lavori infrastrutturali in Piazza Aranci, Massa (Ms). Supervisione: dott.ssa E. Paribeni.
  • 2011: attività di supervisione archeologica ai lavori di scavo civile per lavori infrastrutturali presso Camaiore (Lu).
  • 2011: missione di ricerca e ricognizione etnoarcheologica a Fès (Marocco): Direttrice della ricerca: prof.ssa Maria Letizia Gualandi (università di Pisa).
  • 2010: scavo e supervisione presso la necropoli di Sant’Alessandro a Vecchiano (Pi)
  • 2010: consulenza antropologica presso lo scavo archeologico di Miranduolo (Si). Direttore dello scavo: prof. Marco Valenti.
  • 2010: consulenza antropologica e informatica presso lo scavo della Pieve di Pava (Si). Direttore dello scavo: prof. Stefano Campana.
  • 2007: responsabile della gestione informatica dello scavo di Benabbio
  • 2006: ricognizione archeologica presso la cattedrale del Comune di Verni (Lu). Direttore del progetto: prof. Gino Fornaciari.
  • 2005: campagna di scavo del sito di Poggio Imperiale – Poggibonsi (Si). Direttore dello scavo: prof. Riccardo Francovich.
  • 2005: scavo e saggio nella Piazza dei Miracoli di Pisa. Direttore dello scavo: prof. Francesco Mallegni
  • 2004/2005/2006: campagne di scavo della Pieve dei Monti di Villa (Lu). Direttore dello scavo: prof. Gino Fornaciari.
  • 2002: ricognizione archeologica presso le fornaci di Pontedera (Pi). Direttrice: prof.ssa Cristiana Torti.
  • 2001: saggio di scavo in Pisa, vicolo dei Facchini. Direttore dello scavo: prof. Marco Milanese.

COLLABORAZIONI ACCADEMICHE

  • Collaborazione interna e continuativa con la Divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa, direttrice: prof.ssa Valentina Giuffra
  • Collaborazione con il Department of Anthropology della Ohio State University (USA), direttore Dr. Clark Spencer Larsen
  • Collaborazione e consulenza nella gestione dei dati con il Nels Nelson North American Archaeology Laboratory – Department of Anthropology | American Museum of Natural History, Nicholas Triozzi
  • Collaborazione e consulenza nella gestione dei dati con il Department of Archaeological Anthropology Columbia University in the City of New York, Emilio Alejandro Santiago e Jane Wiegand
  • Collaborazione e consulenza nella gestione dei dati con il Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti dell’Università di Siena, prof. Marco Valenti
  • Collaborazione e consulenza nella gestione dei dati con il Dipartimento di Biologia Umana, Università di Roma Tor Vergata, direttrice prof.ssa Olga Rickards
  • Collaborazione e consulenza con l’EURAC – European Academy of Bozen/Bolzano, dott. Albert Zink e dott.ssa Caterina Pangrazzi
  • Collaborazione per la progettazione di un database gestionale con il Dipartimento di Economia, Ingegneria, Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali dell’Università di Firenze, dott. Francesco Riccioli

DIDATTICA

  • Docente a contratto all’interno dei Corsi di Perfezionamento sullo Studio delle Mummie dell’Università di Pisa (2021-presente).
  • Docente a contratto all’interno del master inter-universitario di primo livello “Antropologia scheletrica forense e paleopatologia” organizzato dalle Università di Milano, Bologna e Pisa (2020-presente).
  • Instructor e lecturer all’interno della Field Experience in Bioarchaeology (Ohio, USA), organizzata dalla Ohio State University (USA) e da IRLAB (2018-presente).
  • Instructor e lecturer all’interno della Fieldschool Pozzeveri, Badia Pozzeveri (Lu), organizzata dalla Ohio State University (USA) e dall’Università di Pisa (2011-presente).
  • Lecturer all’interno della Summer School in Osteoarchaeology and Paleopathology, organizzata dall’Università di Pisa (2013-presente).
  • Docente del corso “Rilievo archeologico e modellazione tridimensionale” organizzato dall’asociazione Volo, Università di Pisa (A.A. 2016/2017)
  • Guest lecturer del seminario “Il rilievo informatico in archeologia” all’interno dell’insegnamento di Grafica 3D per i beni culturali, titolare dott. Matteo Dellepiane, CDS in Informatica Umanistica (DM270), Università di Pisa (21 maggio 2015)
  • Docente del corso “Rilievo archeologico e modellazione tridimensionale” organizzato dall’asociazione Volo, Università di Pisa (A.A. 2015/2016)
  • Guest lecturer del seminario “Cholera epidemics in the past: an integrated archaeological approach”, Department of Anthropology della Ohio State University, dir. prof. Clark Spencer Larsen, USA (12 maggio 2015)
  • Lecturer del seminario sulle Sepolture Anomale all’interno dell’insegnamento di Archeologia Funeraria, titolare prof. Gino Fornaciari, Corso di laurea in Beni Culturali, Università di Pisa (a.a. 2014-2015).
  • Seminario “I beni archeologici” all’interno del Corso di formazione CESVOT “Il volontariato di Protezione Civile nella tutela dei Beni Culturali Mobili” (Sesto Fiorentino/Arezzo, 18-25 maggio 2014)
  • Docente del corso “Rilievo archeologico e modellazione tridimensionale” organizzato dall’asociazione Volo, Università di Pisa (A.A. 2013/2014)
  • Lecturer del seminario sulle Sepolture Longobarde e Romanze nell’Italia Tardoantica all’interno dell’insegnamento di Archeologia Funeraria, Corso di laurea in Beni Culturali, Università di Pisa (a.a. 2010-2011).
  • Responsabile della didattica sul campo nel cantiere di scavo archeologico di Badia Pozzeveri (Lu) per la Divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa (2007-presente).
  • Responsabile della didattica sul campo nel cantiere di scavo archeologico di Benabbio (Lu) per la Divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa.
  • Collaboratore della didattica sul campo nel master inter-universitario di primo livello “Bioarcheologia, Paleopatologia e Antropologia Forense” organizzato dalle Università di Milano, Bologna e Pisa (2008-2019).
  • Lecturer del seminario sulle Sepolture Longobarde e Romanze nell’Italia Tardoantica all’interno dell’insegnamento di Archeologia Funeraria, Corso di laurea in Beni Culturali, Università di Pisa (a.a. 2009-2010).

ASSISTENZA TESI DI LAUREA

  • “Acque morte? La vitalità socioeconomica sulle sponde delle aree umide di Bientina e Fucecchio ” Tesi di laurea triennale di Rossella Megaro – Relatore: prof. Federico Cantini. Correlatori: dott. Francesco Coschino e dott. Antonio Fornaciari. Università di Pisa A.A. 2021/2022
  • “GIS applicato alla bioarcheologia. Analisi geostatistiche su un campione scheletrico bassomedievale (XI-XIII sec.) dal sito di Badia Pozzeveri ” Tesi di laurea triennale di Virginia Bartelloni- Relatore: prof. Gino Fornaciari. Correlatori: dott. Francesco Coschino e dott. Antonio Fornaciari. Università di Pisa A.A. 2017/2018
  • La traumatologia bellica in età medievale” Tesi di laurea magistrale di Mario Oliverio – Relatore: prof.ssa Valentina Giuffra. Correlatore: dott. Antonio Fornaciari. Università di Pisa A.A. 2016/2017
  • Tesi di laurea magistrale di Giulia Giovannetti – Relatore: prof. Gino Fornciari. In Fieri.
  • Riti e sepolture in Liguria tra IV e XIX secolo. Una base di dati per l’archeologia funeraria.” Laurea specialistica della dott.ssa Silvia Testi – Relatore: prof. Gino Fornciari. Correlatore: prof. Federico Cantini. Università di Pisa A.A. 2011/2012
  • Archeologia funeraria nella Val di Lima: il cimitero del colera di Benabbio (agosto-ottobre 1855).” Laurea specialistica della dott.ssa Barbara Baldino – Relatore: prof. Gino Fornciari. Correlatori: prof. Marco Milanese e dott. Antonio Fornaciari. Università di Pisa A.A. 2010/2011
  • Le sepolture anomale in Italia: dalla lettura tafonomica all’interpretazione del gesto funerario.” Laurea triennale di Letizia Cavallini – Relatore: prof. Gino Fornciari. Università di Pisa A.A. 2009/2010
  • Ritualità funeraria e tipologie sepolcrali dal tardo-antico all’età moderna in Toscana: la fonte archeologica.” Laurea specialistica della dott.ssa Francesca De Gottardo – Relatore: prof. Gino Fornciari. Università di Pisa A.A. 2009/2010

CONFERENZE:

  • 27 novembre 2020 (conferenza online), “Badia Pozzeveri. Mille anni di storia di un monastero lungo la Francigena.”, all’interno degli incontri dell’Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria.
  • 24-25 ottobre 2019 (Pisa), “Il GIS come mezzo di analisi e divulgazione di contesti archeologici e bioarcheologici su scala variabile”, all’interno del Convegno “Landscape. Una sintesi di Elementi diacronici”.
  • 14 giugno 2019 (The Ohio State University – Columbus, OH – USA), “Principles of Stratigraphic Archaeology”, all’interno del Dipartimento di Antropologia della Ohio State University.
  • 18 maggio 2019 (Bertinoro) “Cisti da Echinococco del XIII secolo dall’Abbazia di Badia Pozzeveri, Lucca”. Antonio Fornaciari, Francesco Coschino et al. – V Meeting Nazionale di Paleopatologia.
  • 15 febbraio 2019 (Firenze), “L’archeologia nell’era dell’informatica: il caso-studio di Badia Pozzeveri”, all’interno del convegno dottorale annuale “Giochi di Memoria tra Spazio e Tempo”.
  • 13 dicembre 2018 (University of Amsterdam): Coschino F., “Preserving the Past in 3D. Application of GIS and Photogrammetry to Human Burials”, all’interno del Dipartimento di Storia, Oudemanhuispoort 5, 1012 CN Amsterdam.
  • 14 maggio 2018 (The Ohio State University – Columbus, OH – USA): Coschino F., “Principles of Stratigraphic Archaeology”, all’interno del Dipartimento di Antropologia della Ohio State University.
  • 14 marzo 2018 (Altopascio) Coschino F., “Badia Pozzeveri: Archeologia di un Monastero sulla Francigena”, all’nterno del Ciclo di Convegni sulla “Giornata nazionale del paesaggio” indetto dalla Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici di Lucca e Massa Carrara.
  • 8-9 febbraio 2018 (Pisa): Coschino F., “L’archeologia nell’era dell’informatica: il caso-studio di Badia Pozzeveri”, all’interno del convegno dottorale annuale “Giochi di Memoria tra Spazio e Tempo”.
  • 14-16 ottobre 2016 (Albenga):
    • Coschino F., Cavallini L., Fornaciari A., Giuffra V. “Sepolture Anomale. Elaborazione di un Database Multimediale ad accesso libero“. Abstract e Poster. Sit tibi terra gravis. Sepolture anomale tra Età Medievale e Epoca Moderna. Convegno Internazionale di studi.
    • Cavallini L., Coschino F., Fornaciari A., Giuffra V. “Sepolture Anomale. Un censimento tra Italia, Francia e Isole Britanniche“. Abstract e Poster. Sit tibi terra gravis. Sepolture anomale tra Età Medievale e Epoca Moderna. Convegno Internazionale di studi.
    • Carrera F.P., Coschino F., Cavallini L., D’Andretta M., “Un fabbro del XII secolo? La sepoltura anomala degli Ex Laboratori Gentili di Pisa“. Contributo. Sit tibi terra gravis. Sepolture anomale tra Età Medievale e Epoca Moderna. Convegno Internazionale di studi.
  • 6-10 aprile 2016 (Orlando, FL – USA): Stewart MC, Coschino F., Fornaciari A., Vercellotti G. “Advanced GIS applications for bioarchaeology: methods and case studies“. Abstract e Poster. Society for American Archaeology.
  • 5 giugno 2015 (Calci): “Badia Pozzeveri (Altopascio): lo scavo bioarcheologico di un’abbazia medievale (X-XIX secolo)” relatore all’interno del ciclo di convegni “Tra Principi e Monaci: Paleopatologia e Storia” – Museo di Storia Naturale di Calci (PI)
  • 29 ottobre 2014 (Pisa): “3Di Pisa: acquisire e visualiizare i beni culturali” Moderatore del workshop e intervento conclusivo “Il 3D applicato all’archeologia: metodologie e risultati”.
  • 17 aprile 2014 (La Spezia): Convegno “Archeologica 2014” “Tecniche di rilievo digitale a basso costo per i beni culturali – Alcuni esempi dalle collezioni del Museo Archeologico della Spezia” Intervento presentato con: Alessandro Cariboni e Fabio Stratta.
  • 8-10 novembre 2013 (The Ohio State University – Columbus, OH – USA): “Investigating the “Blue Death” in the Past: Preliminary Results of Multidisciplinary Research on the 1855 Cholera Cemetery at Badia Pozzeveri, Italy” Intervento presentato con Giuseppe Vercellotti, Antonio Fornaciari, Marissa C. Stewart, Alison M. Devault, Hendrik N. Poinar, Gino Fornaciari, Clark Spencer Larsen all’interno del “Midwest Bioarcheology and Forensic Anthropology Association 20th Annual Meeting”.
  • 8-10 novembre 2013 (The Ohio State University – Columbus, OH – USA): “GIS Applications at Medieval Monastery in Tuscany (Italy)” Intervento presentato con Chelsea Nicole Stewart all’interno del “Midwest Bioarcheology and Forensic Anthropology Association 20th Annual Meeting”.
  • 3 maggio 2013 (Pisa): “Archeologia 2.0: nuove frontiere a Pisa” Titolo dell’intervento “Il rilievo di base: acquisizione e utilizzo dei dati spaziali. La gestione di uno scavo in ambiente 2D”.
  • 12-14 settembre 2012 (L’Aquila): “VI Congresso Nazionale di Archeologia Medievale” Titolo dell’articolo “Il castello di Benabbio in Val di Lima (LU): le trasformazioni insediative tra XII e XIV secolo”.
  • 1-4 Ottobre 2009 (Firenze): XVIII Congresso dell’Associazione Antropologica Italiana, Firenze.Evoluzione e Biodiversità umana: la storia naturale dell’uomo 200 anni dopo Darwin. Poster di F. Coschino, A. Fornaciari, S. Minozzi, A. Vitiello e G. Fornaciari ” La gestione informatica del dato antropologico: dallo scavo al laboratorio. Archiviazione, gestione ed elaborazione dei dati“, che è risultato vincitore del premio “Carla Signoretti”, assegnato al miglior poster per la sessione di Paleoantropologia e Biologia Scheletrica.
  • 21-23 settembre 2010 (Asti): I Incontro del Gruppo di Biologia dello Scheletro (AAI), Collezioni scheletriche umane: catalogazione, gestione, valorizzazione e prospettive, Asti. Intervento con Simona Minozzi e Antonio Fornaciari dal titolo “Database per l’archiviazioni dei dati tafonomici e scheletrici“.
  • 4 maggio 2010 (Bagni di Lucca): Convegno sull’archeologia Medievale in Val di Lima e sui risultati degli ultimi scavi della Divisione di Paleopatologia, Titolo dell’intervento: “Lo scavo del Castello di Benabbio e l’archeologia medievale nell’Appennino Lucchese.”
  • 27 giugno 2011 (Pisa): Seminario “Le attività produttive della Medina di Fez tra passato e presente“, moderazione ed intervento dal titolo “Gli impianti produttivi oleari di Volubilis“.
  • 16 ottobre 2011 (Firenze): International conference “ICT for language learning” Titolo della presentazione virtuale “Step-By-Step Organisation of a University CLIL Course”.
  • 7-8 settembre 2012 (Stintino): “Mummies, bones, and ancient pathogens. A convergent Meeting of ancient DNA, Microbiology, History of Medicine, Paleopathology, Biotechnology, and Archeology” Titolo del poster “L’epidemia di colera del 1855 in Toscana: il cimitero di Benabbio”.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

  • 2014 – presente: libera professione in ambito archeologico con abilitazione alle attività di Archeologia preventiva ex D.L.163/2006.
  • 2016 – presente: libera professione in ambito di web-developement, graphic e web-design.
  • 2015: contratto di collaborazione professionale presso l’Università di Pisa per il progetto “Rilievo e acquisizione dei dati di scavo, in ambito geospaziale, alfanumerico e fotografico-fotogrammetrico; elaborazione di una piattaforma GIS multimediale e divulgazione dei dati online. Ricostruzioni grafiche in due e tre dimensioni; supervisione nei processi di rilievo e acquisizione di dati
  • 2015: incarico di coordinamento didattico e organizzativo all’interno del Master di Primo Livello in “Bioarcheologia, Paleopatologia e Antropologia Forense”, presso la Fondazione Alma Mater, Bologna
  • 2014: assistenza archeologia al cantiere civile per lavori infrastrutturali presso la ditta Aquapur (Capannori, LU)
  • 2014: assistenza archeologia al cantiere civile per lavori infrastrutturali in piazza San Giovanni (Fi)
  • 2011- presente: attività di docenza e supervisione all’interno della Fieldschool Pozzeveri (Altopascio, Lu), in collaborazione con la Ohio University (USA)
  • 2013: rilievo bi e tridimensionale di individui scheletrizzati all’interno del cantiere archeologico di Sant’Eufrasia (PI)
  • 2012: raccolta, elaborazione dati e consulenza GIS all’interno del progetto “analisi sulla filiera foresta legno in Toscana” con Agriland Consulting srl
  • 2012: rilievo bi e tridimensionale di individui scheletrizzati all’interno del cantiere archeologico di Luni (SP) in collaborazione con la Cooperativa Archeologia
  • 2011-2012: attività di scavo e supervisione archeologica al cantiere civile per lavori infrastrutturali in Piazza Aranci, Massa (Ms)
  • 2011-2012: attività di scavo e supervisione archeologica al cantiere civile per lavori infrastrutturali in Piazza Mazzini, Massa (Ms)
  • 2011: recupero e studio di resti scheletrici nel cantiere archeologico dei laboratori Ex-Gentili di Pisa
  • 2011: attività di supervisione archeologica ai lavori di scavo civile per lavori infrastrutturali presso Camaiore (Lu)
  • 2010: borsista di ricerca in materia di “Elaborazioni informatiche legate ad eventi espositivi in Archeologia”
  • dal 2007: collaborazione con la divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa per l’informatica e la documentazione e nella gestione del portale web www.paleopatologia.it.
  • dal 2001: attività di segreteria didattica e webmastering del sito www.centropsicoanalitico.it per l’associazione senza fini di lucro “Centro di Ascolto e Orientamento Psicoanalitico” di Pistoia.
  • dal 2000: attività di insegnamento privato del Greco e del Latino agli studenti delle scuole medie superiori.

PUBBLICAZIONI:

  • COSCHINO, F. “Il GIS come mezzo di analisi e divulgazione di contesti archeologici e bioarcheologici su scala variabile.”, in “Landscape una sintesi di elementi diacronici. Metodologie a confronto per l’analisi del territorio”, BAR Publishing, Oxford 2021.
  • COSCHINO F., CARIBONI A., VERCELLOTTI, G. “Preserving the Past in 3D. Application of Photogrammetry to Human Burials” Institute for Research and Learning in Archaeology and Bioarchaeology Press (2018);
  • AA.VV. “Sit tibi terra gravis: sepolture anomale tra età medievale e postmedievale”, contributi, Atti del Convegno, c.s. (2017);
  • FORNACIARI A., COSCHINO F., “Le fasi postmedievali del sito di Badia Pozzeveri”, Ed. All’Insegna del Giglio (2017);
  • BINI M., RIBOLINI A., COSCHINO F. Et Al. (2016), “GPR vs Geoarcheological Findings in a Complex Archeological Site (Badia Pozzeveri, Italy). Visibility of Targets and Potential Misleading Intepretations”, c.s.
  • Paribeni E., Fabiani F. (A cura di) (2016) “All’ombra del Mercurio. Archeologia a Massa”, contributi, (C.S.)
  • Fornaciari A., COSCHINO F. (2016) “Badia Pozzeveri (lu). Lo scavo bioarchologico di un monastero lungo la via Francigena” in Saggi NSBAT 2015 (Notiziario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana), Ed. All’Insegna del Giglio (2016)
  • COSCHINO F., IACOPINI E. (2015) Porcari (LU). “Casa del Lupo: nuove attestazioni di opere idrauliche di epoca tardo imperiale.”, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 10/2014.
  • FORNACIARI A., COSCHINO F., et al. (2015) “Altopascio (Lu). Badia Pozzeveri: terza campagna di scavo presso l’abbazia camaldolese di San Pietro“, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 10/2014.
  • FORNACIARI A., COSCHINO F., et al. (2014) “Altopascio (Lu). Badia Pozzeveri: terza campagna di scavo presso l’abbazia camaldolese di San Pietro“, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 9/2013.
  • FORNACIARI A., COSCHINO F., et al. (2014) “Bagni di Lucca (Lu). Benabbio, località Castello: sesta campagna di scavo“, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 9/2013
  • FORNACIARI A., COSCHINO F., “Altopascio. Badia Pozzeveri 2011-2012”, in ‘Archeologia Postmedievale’, n. 16, pp. 212-214.
  • In GIBBONS A. (2013) “The Thousand-year Graveyard” SCIENCE Magazine n.342, contributi fotografici e di consulenza storico-archeologica
  • FORNACIARI A., COSCHINO F. (2013) “Bagni di Lucca (LU). Benabbio, località Castello: relazione preliminare della quinta campagna di scavo“, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 8/2012.
  • FORNACIARI A., COSCHINO F., SPARAVELLI M., FARNOCCHIA A. (2013), “Bagni di Lucca (LU). Benabbio, località Castello: relazione preliminare della quarta campagna di scavo (luglio-agosto 2009)“, in AGOGHè, Atti della Scuola di Specializzazione in Archeologia dell’Università di Pisa, Volume VI-VII 2009/2010.
  • PARIBENI E., COSCHINO F., et al. (2013) “Massa (MS). Piazza Aranci: indagini nell’area della Collegiata di San Pietro”, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 8/2012.
  • PARIBENI E., COSCHINO F., et al. (2013) “Massa (MS). Scavi in piazza Mazzini (detta piazza Mercurio)”, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 8/2012.
  • In FABIANI F., PARIBENI E. (2012) “Il frantoio romano dell’Acquarella”, due contributi: “Il ciclio dell’olio in epoca romana” e “Un censimento dei frantoi romani”, Felici editore, Pisa, 2012
  • FORNACIARI A., COSCHINO F (2012), “Il castello di Benabbio in Val di Lima (LU): le trasformazioni insediative tra XII e XIV secolo”, in Atti del VI Congresso Nazionale di Archeologia Medievale (a cura di Redi Fabio, Forgione Alfonso) All’Insegna del Giglio, 2012.
  • FABIANI F., COSCHINO F., et al. (2011), “Archeologia della produzione: i frantoi nell’Italia Romana“, in Agoge. Atti della Scuola di specializzazione in archeologia dell’Università di Pisa (C.S)
  • CIGNONI L., FORNACIARI A.,COSCHINO F., FORNACIARI G. (2011), “Step-By-Step Organisation of a University CLIL Course” (C.S).
  • COSCHINO F., FORNACIARI A., MINOZZI S. (2010), “Computer models and applications for the management of anthropological data” in Journal of anthropological sciences (JASs): Istituto italiano di antropologia n. 88, 2010.
  • FORNACIARI A., COSCHINO F., SPARAVELLI M., FARNOCCHIA A. (2010), “Bagni di Lucca (LU). Benabbio, località Castello: relazione preliminare della quarta campagna di scavo (agosto-settembre 2009)“, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 5/2009.
  • FORNACIARI A., COSCHINO F., SPARAVELLI M., FARNOCCHIA A. (2009), “Bagni di Lucca (LU). Benabbio, località Castello: relazione preliminare della terza campagna di scavo (luglio-agosto 2008)“, in Notiziario della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, Volume 4/2008.
  • BINI M., RIBOLINI A., FRANCESCO COSCHINO Et Al. (2010), “Medieval Phases Of Settlements In The Benabbio Castle, Apennine Mountains, Italy: Evidences By Ground Penetrating Radar Survey“, in Journal of Archaeological Science.
  • COSCHINO F., FORNACIARI A., MINOZZI S., VITIELLO A., FORNACIARI G. (2009), “La gestione informatica del dato antropologico: dallo scavo al laboratorio. Archiviazione, gestione ed elaborazione dei dati“, in Evoluzione e Biodiversità umana: la Storia Naturale dell’uomo 200 anni dopo Darwin, Aracne ed.

CONOSCENZA LINGUE STRANIERE:

  • Elevata conoscenza della lingua inglese (livello A attestato dalla EF-education first e B2 attestato dalla CLI secondo le normative europee)
  • Conoscenza base della lingua francese
  • Elevata conoscenza del Greco classico e del Latino

CONOSCENZE INFORMATICHE:

  • Conoscenza avanzata del pacchetto Office
  • Conoscenza avanzata e specialistica della suite Adobe (Photoshop, Illustrator, Dreamweaver, Indesign, Animate CC)
  • Conoscenza avanzata e specialistica delle piattaforme GIS (ArcGis, Qgis)
  • Conoscenza avanzata e specialistica delle piattaforme Autocad, Autocad 3D, AutodeskMap
  • Conoscenza avanzata e specialistica dei programmi Google Sketchup, VRay, Cinema 4D, 3DS Max
  • Competenza avanzata nel disegno vetoriale e nel rendering bi- e tridimensionale
  • Conoscenza avanzata e specialistica dei software per la presa fotogrammetrica 3D (Photomodeler Scanner, Photosynth Toolkit, MeshLab, 123D Catch, Agisoft Metashape, 3DF Zephyr, Autodesk Recap)
  • Conoscenza avanzata e specialistica dei software per la manipolazione degli oggetti e delle mesh 3D (MeshLab, Meshmixer, CloudCompare)
  • Conoscenza del programma di progettazione VisualBasic
  • Competenza avanzata nella gestione dei dati vettoriali geografici
  • Competenza avanzata nella georeferenziazione e nel fotoraddrizzamento di dati raster
  • Competenza avanzata nella gestione delle banche di dati (SQL, MS Access)
  • Competenza avanzata nella progettazione web (Html e PHP, CMS)
  • Competenza avanzata nella progettazione GIS e PostGIS
  • Competenza nella programmazione in VisualBasic